Il Commissario Montalbano ritorna su Rai1

©Franco Buttaro - Luca Zingaretti
©Franco Buttaro – Luca Zingaretti

Il commissario più amato del piccolo schermo nato dalla penna di Andrea Camilleri torna in prima tv su Raiuno. Dal 15 aprile quattro nuovi episodi ogni lunedì sera, per la regia di Alberto Sironi con un Luca Zingaretti che nei giorni scorsi ha definito il suo personaggio “più biricchino con le presenze femminili che lo circondano e non più ligio al dovere e fedele come lo volevano tante telespettatrici”.

Andrea Camilleri introdurrà in due minuti di video ogni puntata a cominciare da “Il sorriso di Angelica” con la partecipazione di Margareth Madè nei panni dell’affascinante Angelica Cosulich. Il 22 aprile con “Il gioco degli specchi” sarà la bellissima Barbora Bobulova a far girare la testa a Salvo Montalbano. Poi “Una voce di notte” il lunedì successivo e “Una lama di luce” che chiude la serie il 6 maggio. Insieme a Zingaretti tornano anche tutti i suoi uomini a cominciare dal vice Mimì Augello che ha il volto di Cesare Bocci, il braccio destro Giuseppe Fazio interpretato da Peppino Mazzotta e l’immancabile agente pasticcione Catarella (Angelo Russo) da sempre croce e delizia del commissariato. Come di consueto a fare da sfondo alle storie, gli incantevoli paesaggi di una Sicilia ricca di colori e di tradizioni.

Luca Zingaretti conEmilio Buttaro - @Franco Buttaro
Luca Zingaretti con Emilio Buttaro – @Franco Buttaro

In onda dal 1998 “Il Commissario Montalbano” è divenuto col tempo un vero e proprio fenomeno televisivo esportato in ben 65 paesi compresi Giappone, Stati Uniti e persino Inghilterra dove su BBC Four è diventato un vero fenomeno di culto. Partito inizialmente su Raidue nel 1998 con dodici puntate tra prime e repliche proposte fino al 2001, la fiction si è poi trasferita sulla prima rete della tv di stato con ben 91 episodi dal 2002 al 2011. Luca Zingaretti che in autunno sarà il protagonista della fiction “Adriano Olivetti”, in questi giorni potrà godersi il successo anche se impegnato a teatro con lo spettacolo “La Torre d’avorio”.

E intanto c’è chi giura che per quattro lunedì sera non ci sarà per nessuno.

Emilio Buttaro

 

Macrolibrarsi.it un circuito per lettori senza limiti

Commenti

commenti

Autore dell'articolo: Emilio Buttaro

Emilio Buttaro
Classe 1967 ha iniziato a svolgere attività giornalistica all’età di sedici anni. Nell’85 ha vinto il concorso nazionale “Vota lo speaker” indetto dalla FIPAV (Federazione Italiana Pallavolo) e l’anno dopo è stato il più giovane cronista accreditato al Festival di Sanremo. Laureato in Scienze Politiche ha presentato diverse manifestazioni come il Premio Internazionale di poesia “Nosside”. Attualmente collabora con varie testate giornalistiche tutte di portata nazionale tra cui: Il Messaggero, Radio 24-Il Sole 24 Ore, La Stampa (redazione sportiva), Radio TV Capodistria, SBS emittente radiotelevisiva continentale australiana, Agenzia di Stampa Italpress, Cultura & Culture e Costantini Editore.

Lascia un commento

 COPIA NEGLI APPUNTI