Gold – La Grande Truffa: trailer e recensione
17 maggio 2017
Maria Ianniciello (1171 articles)
Share

Gold – La Grande Truffa: trailer e recensione

Mi ero ripromessa di vederlo già da un po’. Uscito il 4 maggio 2017, Gold – La Grande Truffa è stato una piacevole sorpresa. A stupirmi non è tanto l’attore protagonista, Matthew McConaughey (le cui doti erano a me note) quanto la straordinaria capacità del regista, Stephen Gaghan, di trascinarci nel cuore della storia, un passo per volta, senza mai annoiarci. L’attenzione rimane, infatti, alta per tutta la durata del film, con un picco verso il finale quando curiosi cerchiamo di capire come sono andati realmente i fatti. Dicevo che ho rimandato la visione di Gold – La Grande Truffa perché temevo che fosse un’imitazione di The Wolf of Wall Street, film molto riuscito per la verità con un convincente Leonardo DiCaprio. E invece mi sbagliavo e anche di grosso, perché questa pellicola ha uno stile proprio… molto soggettivo. Il ritmo, seppur non lento, non è al cardiopalmo. I personaggi sono ben delineati e il messaggio è chiaro.

Gold – La Grande Truffa:

La macchina da presa indugia sui dettagli portandoci in un ambiente dove il denaro conta molto più della vita stessa, sebbene l’asse portante di tutto il film sia l’amicizia nata tra Kenny Wells, un antieroe degli anni Ottanta, figlio di un minatore, e il geologo Michael Acosta, interpretato magistralmente da Edgar Raminez. C’è una sequenza del film molto emblematica. I finanziatori, per convincere Wells a ragionare con più lucidità, gli porgono un bicchiere di liquore dal colore rosso fiammante. La cinepresa si ferma su questo particolare facendoci capire in quale contesto si muovono i personaggi. Ciascuno cerca di fare le scarpe all’altro, mentre Wells, portando avanti il sogno del padre, vuole soltanto avere un’occasione o forse no?

Gold – La Grande Truffa:

Il protagonista diventa milionario grazie a una miniera d’oro, che si trova in Indonesia. Con l’amico Acosta mettono in piedi un cantiere e si fanno finanziare gli scavi tra vittorie e momentanee sconfitte. Lo spettatore sa che qualcosa non torna ma tutto ci viene svelato con calma perché ciò che conta è il viaggio non la meta. Insomma Gold – La Grande Truffa mi ha convinto e, se non l’avete già fatto, andate al Cinema. Penso non ve ne pentirete! Di seguito il trailer della pellicola, basata su una vicenda realmente accaduta.

Voto
3.5 out of 5

3.5

Average
3.5 out of 5
Maria Ianniciello

Maria Ianniciello

Direttore responsabile e coeditrice di Cultura & Culture. Giornalista, iscritta all'Ordine dei giornalisti della Campania. Naturopata in formazione presso l'Istituto Riza. Laureata in lettere con il massimo dei voti (vecchio ordinamento) presso la Seconda Università di Roma, lavora a tempo pieno da diversi anni nel giornalismo. Ha lavorato con quotidiani e televisioni dell'Irpinia e del Sannio: Valtelesinanews, Buongiorno Irpinia, Telenostra e Ottopagine. Ha collaborato con Paolo Filippi per il programma "Cordialmente" e con Radio Sì di Bruxelles. Dal dicembre 2010 al dicembre 2011 ha diretto la rivista a vocazione territoriale XD Magazine, che esce nelle province di Avellino e Benevento. A dicembre 2010 è uscito il suo primo romanzo "Conflitti" Tra il 2012 e il 2013 escono i primi due quaderni della serie: Le interviste di Maria Ianniciello. Il direttore di Cultura & Culture intervista Aldo Masullo e il fratello di Salvo D'Acquisto, Alessandro. Da gennaio 2016 è naturopata in formazione presso l'Istituto Riza. Presenta spettacoli vari (sfilate e concerti) e modera convegni. Su Cultura & Culture, oltre a occuparsi di libri, attualità e arte, è responsabile della sezione Cinema.

Commenti

Ancora nessun commento. Puoi essere il primo a commentare!

Scrivi un commento

Solo gli utenti registrati possono commentare.