Festival di Cannes: premiato l’italiano “Salvo”

salvo
dalla fanpage di “Salvo”

Grand Prix della sezione “Semaine de la critique” e “Prix Rèvèlation” all’Italia e, precisamente, al film “Salvo”. Stiamo ovviamente parlando del Festival di Cannes, durante il quale è stata premiata l’opera prima degli scrittori, sceneggiatori e registi siciliani Antonio Piazza e Fabio Grassadonia. Già durante il giorno della proiezione della pellicola italiana si era notata una buona reazione da parte dei giornalisti: accolto con molti applausi, il film di Piazza e Grassadonia non ha davvero lasciato indifferente la critica, tanto che si è aggiudicato due importanti riconoscimenti, dai registi simbolicamente dedicati a Falcone e a Borsellino. Primo premio, quindi, per la sezione “Semaine de la critique” del 66° Festival di Cannes, cui si aggiunge anche il “Prix Rèvèlation”, quest’ultimo assegnato dalla giuria presieduta da Mia Hansen-Løve.

La trama – Una pellicola, quella dei due palermitani, che racchiude al suo interno un mix di mafia e di amore: protagonista, infatti, un killer di mafia che entra in una casa per assassinare un uomo ma che proprio lì incontra la sorella cieca della vittima, a cui torna la vista per lo spavento. Un incontro inaspettato, che cambierà, come si può intuire, la vita dei due personaggi.

Commenti

commenti

Autore dell'articolo: Redazione

Redazione
Impaginazione, revisione, scrittura e pubblicazione sono a cura della redazione che decide cosa pubblicare e cosa non pubblicare, secondo la linea editoriale tracciata dal direttore! Sede operativa redazione: via Angelo Antonio Minichiello, 83035 Grottaminarda (Avellino) info@culturaeculture.it - Tel. 0825 426543

Lascia un commento

 COPIA NEGLI APPUNTI