Festival del giornalismo, si è aperta la seconda giornata

©culturaeculture.it
©culturaeculture.it

La giornata di ieri A Perugia continuano senza sosta gli appuntamenti della settima edizione del Festival Internazionale del Giornalismo che si è aperto ieri, 24 aprile, e si chiuderà il 28 aprile 2013. La giornata di apertura è stata ricca di eventi che si sono svolti nelle principali location della città umbra. Ieri pomeriggio per esempio presso la splendida Sala dei Notari si è discusso di Internet & politica ma anche di web e giornalismo, prestando una particolare attenzione ai social network e in particolare a Twitter.  Al panel hanno partecipato Beppe Severgnini del Corriere della Sera, Marco Patuano, amministratore delegato della Telecom e Anna Masera, social editor de La Stampa. Dovevano essere presenti inoltre Matteo Renzi, sindaco di Firenze, e Kevin Bleyer, autore dei discorsi di Barack Obama che invece si è collegato con il Festival tramite Skype. Matteo Renzi ha fatto sapere che, per via delle consultazioni, è stato trattenuto a Roma. Presente anche Aron Pilhofer, direttore interactive new del New York Times. I relatori hanno dunque discusso del rapporto tra Internet e politica, che si fa sempre più stretto; basti pensare al successo sui social network delle due campagne elettorali di Barack Obama e a quanto sta accadendo in Italia con il Movimento 5 Stelle di Beppe Grillo. A chiudere la giornata di apertura è stata Concita De Gregorio che, partendo dal suo libro “Io vi maledico”, ha raccontato dei volti nascosti di un’altra Italia, quella dei giovani che emigrano all’Estero perché nel loro Paese non trovano spinte propulsive a realizzarsi e subiscono delle vere forme di sfruttamento, prive di qualsiasi tutela. Contratti inesistenti e turni massacranti rendono il Bel Paese un luogo inospitale per una generazione di giovani che va dai 25 ai 40 anni d’età. Sono infatti più di 5milioni i ragazzi italiani che vivono e lavorano all’Estero. Una realtà che la politica e i sindacati, si è detto, faticano a vedere. Hanno preso parte al dibattito Claudia Cucchiarato, giornalista e scrittrice, Maurizio Landini, segretario generale della Fiom, e Claudio Stassi, disegnatore. «L’anno che ha preceduto queste elezioni è stato molto difficile e i segni di rabbia e crisi sfociati nello tsunami  del voto erano evidenti – ha confessato Concita De Gregorio -. Non credo quindi a tutti i miei colleghi che hanno parlato di effetto sorpresa».

La giornata di oggi – Anche il programma odierno è ricco di iniziative che metteranno in evidenza luci ed ombre non solo della professione giornalistica, ma anche di fatti e situazioni che si verificano nel Mondo. Alle 12 nella Sala Raffaello dell’Hotel Brufani si svolgerà un incontro su Walter Tobagi, mentre alle 15 è in programma un dibattito sulla Siria. Si discuterà nei numerosi eventi inoltre di accesso alle informazioni, di social network, di web tv, di giornalismo e salute e di femminicidio. Chiuderà infatti la seconda giornata Riccardo Iacona con l’incontro Donne, uomini e maltrattamenti. L’Italia del femminicidio. 

Maria Ianniciello

 

 

Commenti

commenti

Macrolibrarsi.it un circuito per lettori senza limiti

Autore dell'articolo: Maria Ianniciello

Maria Ianniciello
Fondatrice di Cultura & Culture. Giornalista, iscritta all'Ordine dei giornalisti della Campania. Naturopata in formazione presso l'Istituto Riza. Laureata in lettere con il massimo dei voti (vecchio ordinamento) presso la Seconda Università di Roma, lavora a tempo pieno da diversi anni nel giornalismo. Ha lavorato con quotidiani e televisioni dell'Irpinia e del Sannio: Valtelesinanews, Buongiorno Irpinia, Telenostra e Ottopagine. Ha collaborato con Paolo Filippi per il programma "Cordialmente" e con Radio Sì di Bruxelles. Dal dicembre 2010 al dicembre 2011 ha diretto la rivista a vocazione territoriale XD Magazine, che esce nelle province di Avellino e Benevento. A dicembre 2010 è uscito il suo primo romanzo "Conflitti" Tra il 2012 e il 2013 escono i primi due quaderni della serie: Le interviste di Maria Ianniciello. Il direttore di Cultura & Culture intervista Aldo Masullo e il fratello di Salvo D'Acquisto, Alessandro. Da gennaio 2016 è naturopata in formazione presso l'Istituto Riza di Medicina Psicosomatica, presieduto da Raffaele Morelli. Su Cultura & Culture si occupa di benessere e naturopatia con un occhio sempre attento alla cultura. Pratica l'aromaterapia sia in gruppo che individualmente e fa consulti naturopatici.

Lascia un commento

 COPIA NEGLI APPUNTI