Escursioni sonore tra arte e letteratura

220px-Giacosa_GiuseppeLa V edizione del  “Settembre Giacosiano” che, come di consueto, si terrà a Colleretto Giacosa (To) sarà ancora una volta la garanzia di un riuscito omaggio alla grandissima creatività del linguaggio di Giuseppe Giacosa, un uomo che con le sue novelle, le sue commedie e i libretti di Boheme, Tosca e Madama Butterfly è stato capace di regalare attimi ed atmosfere intrise di magia ancora oggi vivide.

I grandi protagonisti della nuova edizione della rassegna, che si terrà dal 1 al 30 settembre nel Salone Piero Venesia, e che si rivolgerà sia ad un pubblico adulto che giovane, saranno soprattutto i suoni. Con il titolo “Suoni di Musica e Parole”, il programma si preannuncia, infatti, ricco di manifestazioni ed eventi musicali. Note, ma non solo: spettacoli, laboratori di lettura e tre mostre, animeranno Colleretto Giacosa in nome dell’amore per la cultura.

Si comincia il primo settembre alle 16.30 con l’inaugurazione ufficiale ed un concerto errante di strumenti a soffio del gruppo musicale “Poli Erranti” con  le cornamuse e le zampogne di Alberto Bertolotti ed il corno delle Alpi di  Martin Mayes nella Chiesa di Santa Liberata al Salone Piero Venesia. Giochi di brani folk e rinascimentali tesseranno le fila di  una storia sonora intorno ai due strumenti  per un dialogo di grande suggestione sia visiva che sonora. Il 6 settembre alle 21 sarà la volta del  Gadjo Dilo Trio che terrà un concerto a base di differenti stili musicali che spazieranno dal gypsy al jazz, dalla musica classica ai ritmi latino-americani, alla musica contemporanea e popolare europea. Roberto Beccati al mandolino, Yuri Calligaris alla tastiera e Massimo Serra alle percussioni offriranno, quindi, uno spettacolo multietnico e cosmopolita.

Sabato 14, alle 21, si terrà, invece,  “Giacosa 2030: l’eco delle parole nel tempo”, lo spettacolo con Davide Conti e il coro dei Cantori Circolari con  Daniele D’Abramo (chitarre), Massimo Serra, (percussioni), Galliano Gallo, (pittore) e le letture a cura della Biblioteca di Donnaz. Il 28 settembre, alle 21, chiusura in simpatia con  “Pinocchio in Musica”, un’operetta musicale a cura del Teatro d’Aosta in collaborazione con la Synfonica Orchesta Giovanile della Valle d’Aosta . Per quanto riguarda i laboratori, ci sarà ampio spazio per i più giovani: sabato 7 alle 16 si terrà “Viva la Biblioteca”, un laboratorio di lettura per bambini a cura delle ragazze che hanno frequentato lo stage estivo presso il Comune di Colleretto Giacosa. Domenica 8 dalle 9.30 alle 12 e dalle 14.30 alle 16 “Circle Song”, laboratorio di improvvisazione corale a cura di Davide Conti, rivolto a persone senza preparazione musicale o tecnica vocale. Sabato 21, alle 15.30, si terrà “Il suono delle cose: ciò che butti te lo suono”, il laboratorio a cura di Massimo Serra che punta ad avvicinare il pubblico all’uso di strumenti musicali realizzati con materiali di riciclo. “Giuseppe Giacosa e le donne” sarà, infine, la mostra  che rappresenterà un modo per rivivere gli affetti, la famiglia e le amicizie del grande scrittore e librettista.

 

 

Macrolibrarsi.it un circuito per lettori senza limiti

Commenti

commenti

Autore dell'articolo: Raffaella Sbrescia

Raffaella Sbrescia
Raffaella Sbrescia è una giornalista iscritta all'ordine dei Giornalisti della Campania dal 2010 e blogger per il blog musicale "Ritratti di note". Dopo la laurea triennale in Lingue, culture e letterature dell'Europa e delle Americhe ha conseguito la laurea magistrale in Lingue e Comunicazione Interculturale in Area Euromediterranea presso l'Università degli Studi di Napoli l'Orientale con il massimo dei voti. Da sempre interessata al mondo della musica, dell'antropologia, dei viaggi e della letteratura, per Cultura & Culture è responsabile della sezione eventi e spettacoli.

Lascia un commento

 COPIA NEGLI APPUNTI