Einaudi in tour sulle note del nuovo album “In a time lapse”

Ludovico Einaudi
Ludovico Einaudi @Presidenza della Repubblica

Ludovico Einaudi (nella foto) in tour presenta il suo ultimo album “In a time lapse”. Il pianista e compositore italiano si esibirà in molte città italiane da Roma a Siena, da Venezia a Palermo.

Figlio dell’editore Giulio Eimaudi e dell’ex Presidente della Repubblica Giulio Einaudi, Ludovico ha iniziato la sua carriera artistica nel 1980. La sua musica minimalista accarezza i sensi. Si fonde con il jazz, il rock, il “loop” creando una sorta di ipnotismo emotivo negli spettatori. Tra gli album di maggiore successo “Le Onde” del 1996 e “Divenire” del 2006.

Il 18 luglio alle 21 Venezia abbraccerà il compositore alTeatro Verde. Si cambia decisamente scenario il giorno dopo. La tappa del 19 luglio è infatti Agrigento, alle 21.30 al Teatro Valle dei Templi. Ancora in Sicilia nell’affascinante Taormina, Einaudi si esibirà il 20 luglio alle 21 al Teatro greco. L’ultimo impegno nell’isola è Palermo. Il 21 luglio alle 21 presso la Galleria d’arte.  Di grande richiamo il concerto previsto per il 24 luglio alle 21.30 a Roma. Il pianista alletterà la platea dell’Auditorium Parco della Musica.

Un giorno di pausa e si replica il 26 a Siena. Il nuovo album “In a time lapse” sarà presentato direttamente nella splendida piazza Duomo. Il ricco tour del mese di luglio si chiude in Riviera Romagnola, in occasione del Verrucchio Festival, in provincia di Rimini. Appuntamento a Verrucchio alle 21.30, presso il sagrato della Chiesa Collegiata. Il 58 enne artista italiano non nasconde che lavora assiduamente anche per avvicinare i giovani alla musica e al pianoforte. La sua musica ha aperto un nuovo mondo, un genere minimalista ma anche popolare. Un “linguaggio” soave, ma aperto a tutti. Del resto il successo di una carriera brillante racconta proprio un amore sviscerato per la musica e la sete di comporre brani “in divenire”. Einaudi ha dichiarato più volte, infatti, che quando compone non sa esattamente quale strada intraprenderà. E’ come se a un certo punto le note andassero da sole a ispirare il brano del pianista italiano.

Commenti

commenti

Autore dell'articolo: Massimiliano Gardini

Massimiliano Gardini
Massimo Gardini - Avellino (26-11-1975) Ha collaborato con i quotidiani "Il Mattino di Avellino", "Il corriere dell'Irpinia", "Ottopagine", con il periodico "Tabloid" e con le testate on line "Pop News" e "Supermoney news". Tra le attività preferite: organizzare eventi e moderare convegni. Settori di maggior interesse: Cronaca, attualità, cultura, sport". Ha vissuto sei mesi della sua vita a Barcellona, con qualche lezione privata d'italiano ai catalani. Segni particolari: apartitico. Frase preferita: "La bellezza delle cose esiste nella mente di chi le osserva" (Hume).

Lascia un commento

 COPIA NEGLI APPUNTI