DAVID KADOUCH AL FESTIVAL PIANISTICO DI TRIESTE

David Kadouch

Prosegue a Trieste con nuove proposte concertistiche e con un nuovissimo progetto di ‘residenza musicale’ l’11esima edizione del Festival Pianistico “Giovani interpreti e grandi Maestri”, ideato e promosso dall’Associazione Chamber Music Trieste per la direzione artistica di Fedra Florit, con nomi di altissimo respiro internazionale.

Lunedì 24 settembre 2012, alle 20.30 nella Sala Ridotto del Teatro Verdi di Trieste, di scena il giovane pianista francese David Kadouch, classe 1985, noto quale allievo prediletto di Daniel Barenboim e per la memorabile interpretazione alla Carnegie Hall di New York del Quintetto di Schumann, nel 2008, con Itzhak Perlman. A Trieste proporrà un programma dedicato a Ludwig van Beethoven (Fantasia in sol minore op.77, Rondo a Capriccio in sol maggiore op.129, Sonata in sol maggiore op.31 n.1) e a Fryderyk Chopin (24 Preludes op.28). Casse 1985, David Kadouch si sta perfezionando con Dimitri Bashkirov alla Scuola Reina Sofia di Madrid. Notato da Itzhak Perlman a 13 anni, ha suonato sotto la sua direzione alla Metropolitan Hall di New York. L’anno dopo è stato invitato a suonare nella Sala Grande del Conservatorio Tchaïkovskj di Mosca. Nel 2008 ha suonato con Itzhak Perlman il Quintetto di Schumann alla Carnegie Hall di NewYork.  David Kadouch ha frequentato l’Accademia di Salisburgo e di Verbier. A Verbier nel 2009 ha ottenuto il Grand Prix, grazie al quale ha partecipato al Festival anche nel 2010. Kadouch ha suonato per molte prestigiose stagioni concertistiche, quali il Festival di musica contemporanea di Lucerna (sotto la direzione di Pierre Boulez), il Klavier-Festival Rhur, il Festival di Gstaad, di Montreux, di Santander, di Gerusalemme, di Montreux, le Flâneries Musicales di Reims, la stagione di musica da camera di Gstaad, il Festival della Roque d’Anthéron, la Tonhalle di Zurigo, il Louvre a Parigi. Parallelamente agli studi con Dimitri Bashkirov, ha frequentato anche corsi con grandi maestri quali Murray Perahia, Vitaly Margulis, Elisso Virsaladze, Emanuel Krasovsly, Maurizio Pollini, Maria-Joao Pires, Itzhak Perlman e Daniel Barenboim. Ha suonato musica da camera con i Quartetti Quiroga, Ebène, Ardeo, con Radovan Vlatkovic, Frans Helmerson, Nikolaj Snaider, Antoine Tamestit, Renaud Capuçon, ecc. Daniel Barenboim lo ha scelto per partecipare alla registrazione del DVD “Barenboïm on Beethoven” al Symphony Center di Chicago. E’ stato nominato “Giovane Talento Rivelazione” delle Victoires de la Musique 2010.

Durante questa stagione Kadouch ha debuttato in recital al Metropolitan a New York, ha suonato con l’Orchestre Philarmonique de MonteCarlo diretta da Yakov Kreizberg, con l’Orchestre National de Lille, l’Orchestra della Tonhalle di Zurigo diretta da David Zinman (Concerto n.5 di Beethoven), l’Orchestra della Fondazione Gulbenkian di Lisbona, ed ha effettuato una tournée in Giappone, e concerti a Verbier, Reims e Toulouse. In Italia David Kadouch ha suonato con l’Orchestra Tito Schipa di Lecce, in recital nel restaurato Teatro Romano di Aosta, a Bergamo, al Festival Dino Ciani di Cortina d’Ampezzo e alla Villa Panza di Varese. Nel 2007 David Kadouch ha realizzato live per Naxos (in registrazione live) il Concerto n.5 di Beethoven alla Philharmonie di Colonia e nel 2010 è uscita la sua integrale dei Preludi di Shostakovich per la Transart.

Commenti

commenti

Autore dell'articolo: Redazione

Redazione
Impaginazione, revisione, scrittura e pubblicazione sono a cura della redazione che decide cosa pubblicare e cosa non pubblicare, secondo la linea editoriale tracciata dal direttore! Sede operativa redazione: via Angelo Antonio Minichiello, 83035 Grottaminarda (Avellino) info@culturaeculture.it - Tel. 0825 426543

Lascia un commento

 COPIA NEGLI APPUNTI