CONCERTO LUCIO DALLA, TUTTO PRONTO A BOLOGNA

foto  di  Franco Buttaro
©Franco Buttaro

La serata si apre con Mike Bongiorno che presenta Lucio Dalla sul palco di Sanremo. Era l’anno di “Piazza grande”. Poi, la canzone “Vita” cantata da Gianni Morandi in duetto con la voce registrata di Lucio Dalla. Ad un anno dalla scomparsa, la sua Bologna, lo ricorda con uno straordinario spettacolo, un vero e proprio concerto evento dove il cantautore rivivrà attraverso le immagini e in alcuni momenti suonerà insieme ai cantanti sul palco. Tutto è pronto sotto le Due Torri per “4 marzo” e domani sera alle 21,10 le telecamere di Rai 1 si accenderanno sulla “sua Piazza Grande”, a pochi metri dalla casa dove abitava per un evento musicale proprio nel giorno in cui il cantautore bolognese avrebbe compiuto 70 anni. «Lucio Dalla era un amico di tutti – ha spiegato in conferenza stampa il direttore di Rai 1 Giancarlo Leone – e il suo percorso ha accompagnato la storia della musica italiana ma anche qualla della Rai. Abbiamo cancellato la seconda serata, non ci sarà Porta a Porta e tutti gli artisti sanno che potranno cantare finchè avranno voce». Sul palco tanti grandi protagonisti della canzone italiana: Samuele Bersani, Mario Biondi, Andrea Bocelli, Luca Carboni, Pierdavide Carone, Pino Daniele, Gigi D’Alessio, Fiorella Mannoia, Marco Mengoni, Gianluca Sangiorgi, Andrea Mariano e Emanuele Spedicato dei Negramaro con Paolo Fresu, Ron, Paolo Rossi, Stadio, Ornella Vanoni e Chiara, Renato Zero, Zucchero e Gianni Morandi che farà da cerimoniere della serata. «Tutti gli artisti parteciperanno gratis – ha spiegato Giampiero Solari coordinatore artistico e autore – ed ognuno di loro non eseguirà una canzone propria ma farà un omaggio a Dalla cantando la sua musica. Ci saranno anche duetti, così Gianni Morandi e Renato Zero intoneranno “L’anno che verrà” mentre Ron, Luca Carboni e Samuele Bersani interpreteranno “Cosa sarà”. E’ attesa poi una sorpresa da parte di Zucchero e Marco Alemanno leggerà testi di Lucio Dalla e Roberto Roversi».

©Franco Buttaro
©Franco Buttaro

Il noto produttore Bibi Ballandi ha detto di sentirsi «fortunato nel poter lavorare per questa inziativa dopo aver trascorso una vita accanto a Lucio». Dopo i concertoni per i terremotati, l’Emilia-Romagna si conferma una terra a vocazione musicale. «Ciò che unisce questo evento – ha detto il Presidente della Regione Vasco Errani – è uno straordinario artista dotato di grande umanità. Dobbiamo saper coltivare questi valori e questo è il modo migliore per dire chi è e chi è stato Lucio Dalla».

74 uomini stanno intanto lavorando per “4 marzo”, un evento ripreso da ben nove telecamere destinato ad entrare nella storia della televisione italiana. La stessa piazza che un anno fa era gremita per dare l’ultimo saluto, un anno dopo è pronta per cantare di nuovo le canzoni di Lucio.

Emilio Buttaro

Commenti

commenti

Autore dell'articolo: Emilio Buttaro

Emilio Buttaro
Classe 1967 ha iniziato a svolgere attività giornalistica all’età di sedici anni. Nell’85 ha vinto il concorso nazionale “Vota lo speaker” indetto dalla FIPAV (Federazione Italiana Pallavolo) e l’anno dopo è stato il più giovane cronista accreditato al Festival di Sanremo. Laureato in Scienze Politiche ha presentato diverse manifestazioni come il Premio Internazionale di poesia “Nosside”. Attualmente collabora con varie testate giornalistiche tutte di portata nazionale tra cui: Il Messaggero, Radio 24-Il Sole 24 Ore, La Stampa (redazione sportiva), Radio TV Capodistria, SBS emittente radiotelevisiva continentale australiana, Agenzia di Stampa Italpress, Cultura & Culture e Costantini Editore.

Lascia un commento

 COPIA NEGLI APPUNTI