Come ti spaccio la famiglia: la trama e la recensione

Come ti spaccio la famiglia

 

©Warner Bros Italia
©Warner Bros Italia

E` difficile in una sala cinematografica italiana vedere il pubblico ridere a crepa pelle per le battute di una commedia americana, perché la comicità statunitense, si sa, è diversa da quella europea, eppure Come ti spaccio la famiglia (We’re the Millers) fa ridere, e anche tanto. Il film, diretto da Rawson Marshall Thurber, ruota intorno alle peripezie di una famiglia fasulla, i Miller, che- costituta da madre, padre e due figli adolescenti- a bordo di una roulette raggiunge il Messico per portare un carico di droga negli Stati Uniti. David Burke (Jason Sudeikis) è un piccolo spacciatore che si vede costretto dal suo capo a recarsi oltreconfine, ma lui sa che per superare la dogana deve mimetizzarsi. David decide così di trasformarsi in un padre di famiglia e propone a una spogliarellista, Rose (Jennifer Aniston), di interpretare la parte della moglie, a una senzatetto punk, Casey (Emma Roberts), il ruolo della figlia e al suo vicino, Kenny (Will Poulter), quello del figlio. L’allegra famigliola a bordo del camper si dirige così in Messico. Da qui una serie di gags, che gradualmente rafforzano il legame tra i membri dello strano nucleo familiare. Rose impara a fare la madre, diventando sempre più protettiva verso i due adolescenti, mentre David comincia a mettere la testa a posto.

Le note positive di questo film? Oltre a una trama ben riuscita e originale, colgono di sorpresa la performance di Jason Sudeikis, attore meno noto in Europa, e la sua intesa con Jennifer Aniston che ripropone sul grande schermo la sensualità della dentista stalker di Come ammazzare il capo e essere felici. La pellicola, che è uscita in Italia il 12 settembre 2013, è da vedere magari con gli amici, per trascorrere una serata piacevole, all’insegna delle risate.

m.i. 

 

Macrolibrarsi.it un circuito per lettori senza limiti

Commenti

commenti

Autore dell'articolo: Maria Ianniciello

Maria Ianniciello
Fondatrice di Cultura & Culture. Giornalista, iscritta all'Ordine dei giornalisti della Campania. Naturopata in formazione presso l'Istituto Riza. Laureata in lettere con il massimo dei voti (vecchio ordinamento) presso la Seconda Università di Roma, lavora a tempo pieno da diversi anni nel giornalismo. Ha lavorato con quotidiani e televisioni dell'Irpinia e del Sannio: Valtelesinanews, Buongiorno Irpinia, Telenostra e Ottopagine. Ha collaborato con Paolo Filippi per il programma "Cordialmente" e con Radio Sì di Bruxelles. Dal dicembre 2010 al dicembre 2011 ha diretto la rivista a vocazione territoriale XD Magazine, che esce nelle province di Avellino e Benevento. A dicembre 2010 è uscito il suo primo romanzo "Conflitti" Tra il 2012 e il 2013 escono i primi due quaderni della serie: Le interviste di Maria Ianniciello. Il direttore di Cultura & Culture intervista Aldo Masullo e il fratello di Salvo D'Acquisto, Alessandro. Da gennaio 2016 è naturopata in formazione presso l'Istituto Riza di Medicina Psicosomatica, presieduto da Raffaele Morelli. Su Cultura & Culture si occupa di benessere e naturopatia con un occhio sempre attento alla cultura. Pratica l'aromaterapia sia in gruppo che individualmente e fa consulti naturopatici.

Lascia un commento

 COPIA NEGLI APPUNTI