Cinquanta sfumature di rosso, San Valentino al cinema: recensione

Dopo le Cinquanta sfumature di grigio e poi di nero, arrivano le Cinquanta sfumature di rosso con più sentimento e meno eros rispetto soprattutto al primo film della fortunata serie. La terza pellicola si apre con il matrimonio di Anastasia Steele (Dakota Johnson) e di Christian Grey (Jamie Dorman), visibilmente ‘addomesticato’ dalla bella redattrice. La sceneggiatura di questo film, scritta da Niall Leonard – è scarna, con risvolti banali e alquanto prevedibili. I dialoghi sono scontati e melliflui.

Cinquanta sfumature di rosso

Ciò che però è degno di nota in Cinquanta sfumature di rosso è il contesto. Sono i piccoli particolari che fanno la differenza, dagli abiti, soprattutto di Anastasia, alle ambientazioni, dalle automobili di lusso al trucco e agli accessori. Il pubblico di teenager può sognare così ad occhi aperti: le ragazze desidereranno un amore passionale come quello di Anastasia e Christian, i ragazzi si faranno affascinare certamente dal tenore di vita di lui. Ed è tutto qui il successo della serie delle Cinquanta sfumature, cioè nel dare la possibilità al pubblico di uscire per un paio di ore dal contesto quotidiano per vivere una sorta di fiaba dei giorni nostri. Il nuovo film si tinge di azione, con una nota di thriller, ma il filo conduttore è sempre il romanticismo, l’Amore che lega la coppia, la quale dovrà difendersi ancora da un nuovo pericolo tra capatine nella stanza rossa e sesso veloce in auto.

Non voglio svelarvi troppo per non togliervi il giusto della sorpresa. Criticare in negativo questo film – diretto da James Foley che è stato il regista anche del prequel –  e chi lo ha prodotto credo sia tempo perso. Si tratta di puro intrattenimento. Coloro che lo andranno a vedere ne sono certamente consapevoli; se non altro nella serie di film e di conseguenza nei libri di E.L. James la figura femminile ha carattere e perspicacia, esce dagli schemi e riesce a far innamorare e a sposare il glaciale e tenebroso Mr. Grey. Di seguito il trailer di Cinquanta sfumature di rosso.

Maria Ianniciello

Macrolibrarsi.it un circuito per lettori senza limiti

Commenti

commenti

Autore dell'articolo: Maria Ianniciello

Maria Ianniciello
Fondatrice di Cultura & Culture. Giornalista, iscritta all'Ordine dei giornalisti della Campania. Naturopata in formazione presso l'Istituto Riza. Laureata in lettere con il massimo dei voti (vecchio ordinamento) presso la Seconda Università di Roma, lavora a tempo pieno da diversi anni nel giornalismo. Ha lavorato con quotidiani e televisioni dell'Irpinia e del Sannio: Valtelesinanews, Buongiorno Irpinia, Telenostra e Ottopagine. Ha collaborato con Paolo Filippi per il programma "Cordialmente" e con Radio Sì di Bruxelles. Dal dicembre 2010 al dicembre 2011 ha diretto la rivista a vocazione territoriale XD Magazine, che esce nelle province di Avellino e Benevento. A dicembre 2010 è uscito il suo primo romanzo "Conflitti" Tra il 2012 e il 2013 escono i primi due quaderni della serie: Le interviste di Maria Ianniciello. Il direttore di Cultura & Culture intervista Aldo Masullo e il fratello di Salvo D'Acquisto, Alessandro. Da gennaio 2016 è naturopata in formazione presso l'Istituto Riza di Medicina Psicosomatica, presieduto da Raffaele Morelli. Su Cultura & Culture si occupa di benessere e naturopatia con un occhio sempre attento alla cultura. Pratica l'aromaterapia sia in gruppo che individualmente e fa consulti naturopatici.

Lascia un commento

 COPIA NEGLI APPUNTI