Bicentenario Verdi, ecco come si festeggia nel mondo

Una delle ultime foto di VerdiC’è il francobollo verdiano così come la cena verdiana, il flash-mob verdiano e la mostra su costumi verdiani. E’ una festa planetaria quella per il bicentenario della nascita di Giuseppe Verdi.

A Dubai si è pensato ad uno sciccoso galà, a Pechino e Addis Abeba a una mostra, a Cuba una conferenza, mentre tra i concerti più attesi, il più prestigioso e forse il più facile da raggiungere, perchè in diretta streaming, è quello di Chicago con Riccardo Muti che alle 2,30 italiane dirige i maestri della sua Chicago Symphony Orchestra nella solenne Messa da Requiem. La stessa opera si suona anche dall’altra parte del pianeta, a Yerevan, in Armenia, mentre a Lima, in Perù è organizzata una mostra all’istituto italiano di cultura e persino in Nuova Zelanda al St James Crook Hotel Grand Chancellor di Wellington è in programma una serata evento con la proiezione di un video dedicato al restauro dei luoghi verdiani. Ma non è finita, perchè il maestro del Nabucco e della Traviata, si celebra anche a Toluca in Messico con un concerto da camera ed ancora in Estonia, a Tallin dove è di scena La Traviata così come a Tirana in Albania, mentre a Odessa, in Ucraina, il Teatro nazionale dell’Opera ha scelto di rappresentare L’Aida.

Nicola Luisotti ad Avellino
Nicola Luisotti ad Avellino

Numerose le maratone organizzate in Italia, nei luoghi della vita e non solo. Nella Milano in cui morì all’inizio del Novecento (1901), si brinda tutto il giorno: alla Scala sono in programma visite, approfondimenti, video e cibi delle terre verdiane ed alle 20 la lettura delle sue lettere, in diretta su Classica HD da parte di alcuni attori tra cui Maddalena Crippa e Filippo Timi. Il Simon Boccanegra è in scena al Regio di Torino, nelle Marche è in programma un’attesa serata a Fermo ed il Teatro “Carlo Gesualdo” di Avellino apre la nuova stagione proprio con un omaggio al grande compositore. Anche il Veneto celebra Giuseppe Verdi con una serie di incontri a tema in programma alla Fenice di Venezia prima dell’appuntamento serale con L’Otello presentato a Palazzo Ducale. Al Museo Amo dell’Arena di Verona, apertura gratuita delle quattro mostre allestite all’interno di Palazzo Forti. Tra le celebrazioni più attese anche quelle di Roncole di Busseto, piccolo centro vicino Parma che ha dato i natali al maestro, esattamente duecento anni fa e dove si brinda dal primo mattino a notte fonda.

Emilio Buttaro

Commenti

commenti

Autore dell'articolo: Emilio Buttaro

Emilio Buttaro
Classe 1967 ha iniziato a svolgere attività giornalistica all’età di sedici anni. Nell’85 ha vinto il concorso nazionale “Vota lo speaker” indetto dalla FIPAV (Federazione Italiana Pallavolo) e l’anno dopo è stato il più giovane cronista accreditato al Festival di Sanremo. Laureato in Scienze Politiche ha presentato diverse manifestazioni come il Premio Internazionale di poesia “Nosside”. Attualmente collabora con varie testate giornalistiche tutte di portata nazionale tra cui: Il Messaggero, Radio 24-Il Sole 24 Ore, La Stampa (redazione sportiva), Radio TV Capodistria, SBS emittente radiotelevisiva continentale australiana, Agenzia di Stampa Italpress, Cultura & Culture e Costantini Editore.

Lascia un commento

 COPIA NEGLI APPUNTI