Al “Vo’ on the Folks” la musica ungherese dei Söndörgő

sondorgoSarà la musica ungherese la protagonista della seconda serata della diciannovesima edizione di Vo’ on the Folks, il festival di world musica nato nel 1996, diretto da Paolo Sgevano e organizzato dalla Sala della Comunità di Vo’ di Brentola (VI).

Dopo il concerto inaugurale che lo scorso sabato 1 febbraio ha visto i The Sidh esibirsi in un originale connubio di musica celtica ed elettronica, sabato 15 febbraio alle 21 sarà la volta degli ungheresi Söndörgő, che nella sala della Comunità di Brendola porteranno le atmosfere magiare unite a sonorità tipicamente balcaniche. Un gruppo, quello dei Söndörgő, estremamente versatile, in grado di rielaborare stili diversi e di proporre un affascinante mix sonoro, particolarmente amato nei territori che furono dell’impero austro-ungarico.

sondorgo1IL GRUPPO – Sul palco di Brendola il quintetto di musicisti presenterà “Tamburising – Lost music of the Balkans”, il loro quarto e ultimo disco, pubblicato dalla World Village. Un lavoro che al suo interno raccoglie e alterna balli più ritmati e veloci a pezzi malinconici, lenti, unendo strumenti a corde e tamburi tipici della tradizione balcanica a elementi caratteristici della musica ungherese. Guidato dagli Eredics, ossia tre fratelli e un cugino, tutti eredi del bassista dei Vujicsics Kálmán Eredics, il gruppo ha le sue radici in un villaggio affacciato sul Danubio, nei pressi di Budapest. Si tratta di Szentendre, piccolo paese che si distingue per la presenza di una forte tradizione slava, anche dal punto di vista musicale.

Contrariamente alle aspettative, però, il gruppo ungherese non si contraddistingue, in linea con lo stile tipicamente balcanico, per la presenza di ottoni: diversamente dalla maggior parte dei gruppi balkan, i Söndörgő lasciano infatti da parte trombe e tromboni per dare spazio alla tamburitza, un antico strumento a corde di origini turco-persiana che può assumere varianti diverse.

I PROSSIMI APPUNTAMENTI DEL FESTIVAL – Il ricco calendario del Vo’ on the Folks proseguirà sabato 1 marzo con il grande evento che vedrà Antonella Ruggiero salire sul palco insieme al sassofonista Maurizio Camardi, affiancati da Francesco Signorini alle tastiere, Federico Malaman al basso, Davide Devito alla batteria e Ernesttico alle percussioni. A chiudere la kermesse ci penseranno gli irlandesi Moxie, in programma per il 15 di marzo.

 

Macrolibrarsi.it un circuito per lettori senza limiti

Commenti

commenti

Autore dell'articolo: Redazione

Redazione
Impaginazione, revisione, scrittura e pubblicazione sono a cura della redazione che decide cosa pubblicare e cosa non pubblicare, secondo la linea editoriale tracciata dal direttore! Sede operativa redazione: via Angelo Antonio Minichiello, 83035 Grottaminarda (Avellino) info@culturaeculture.it - Tel. 0825 426543

Lascia un commento

 COPIA NEGLI APPUNTI