A Venezia da oggi la Festa dell’Europa

Un momento dell'incontro di questa mattina
Un momento dell’incontro di questa mattina

Si è aperta oggi a Venezia la Festa dell’Europa dedicata quest’anno ai “Diritti e responsabilità nella cittadinanza europea”. L’iniziativa, promossa da Europe Direct del Comune di Venezia e dal Consiglio d’Europa, sede di Venezia, ha il sostegno del Parlamento e della Commissione Europea. Il primo dei numerosi appuntamenti, che si svolgeranno in città fino al 9 maggio, si è tenuto questa mattina alle 9.30 al caffè Quadri in Piazza San Marco, dove si sono confrontati sul tema “Città metropolitane, città interculturali” i sindaci di Venezia, Giorgio Orsoni, e quello di Milano, Giuliano Pisapia, l’europarlamentare, Antonio Cancian, l’assessore comunale di Reggio Emilia, Franco Corradadini, l’ambasciatrice dell’Unione Europea presso il Consiglio d’Europa, Luisella Pavan-Woolfe e il presidente Venice International University, Umberto Vattani; il dibattito è stato moderato da Philippe Daverio. Il sindaco Orsoni ha ricordato che il futuro di Venezia è legato allo sviluppo della sua originaria vocazione di città internazionale: «La Serenissima nella sua storia millenaria – ha affermato il primo cittadino -. La città ha tenuto insieme popoli e culture rispettandone le tradizioni. Per questo ho desiderato che il Consiglio d’Europa avesse una sede proprio qui. Quello che maggiormente mi preme sottolineare – ha proseguito il sindaco – è che nell’Europa federale vanno valorizzate le città intese come forti aggregazioni che necessitano di una governance diversa da quella che è stata definita 150 anni fa con l’Unità d’Italia. La nascita delle Città metropolitane è una questione essenziale di questo processo di rinnovamento. In Europa queste nuove forme organizzative già ci sono, si tratta di imprimere un’ulteriore spinta anche nel nostro Paese in modo che si doti di istituzioni in grado di rispondere maggiormente alle necessità dei cittadini. La Città Metropolitana – ha concluso Orsoni – è una necessità perchè rappresenta un risparmio, basti pensare all’amministrazione comune dei servizi , ed è anche un arricchimento sul piano culturale, gestionale, ambientale, e produttivo».

Giovedì 9 maggio a Palazzo Ducale, alle 9.30 si terrà un convegno sulla cittadinanza europea, cui seguirà un seminario sulla cittadinanza sociale in Europa. Nel pomeriggio di giovedì, poi, allo stadio Penzo di Sant’Elena si svolgeranno incontri di calcio all’insegna dell’integrazione a cui interveranno anche Gianni Rivera e l’europarlamentare Elisabetta Gardini.

Commenti

commenti

Autore dell'articolo: Redazione

Redazione
Impaginazione, revisione, scrittura e pubblicazione sono a cura della redazione che decide cosa pubblicare e cosa non pubblicare, secondo la linea editoriale tracciata dal direttore! Sede operativa redazione: via Angelo Antonio Minichiello, 83035 Grottaminarda (Avellino) info@culturaeculture.it - Tel. 0825 426543

Lascia un commento

 COPIA NEGLI APPUNTI