A TRIESTE L’AMOR CORTESE

Gran finale oggi a Trieste, domenica 9 dicembre, con l’Ensemble Dramsam e le Quattro Stagioni dell’amor cortese. Alle 16.30 nella Basilica di San Silvestro Wunderkammer propone, per questo ultimo appuntamento del 2012, un programma eccezionale, a chiudere un’edizione particolarmente ricca, focalizzata sulla ricerca, la riscoperta e l’innovazione, anche attraverso le due sezioni “Laboratori” e “Giovani Interpreti. Un’edizione anche quest’anno di grande visibilità grazie al partenariato con Radio3 Suite, giocata sul tema de “Gli Imprevisti del Barocco”, a dimostrare che la musica antica è musica viva attraverso scelte intriganti, dal sapore intenso e dai profumi esotici. E per non smentirsi sceglie il titolo barocco e vivaldiano per eccellenza per celare un programma di musica medioevale, che intreccia il corso del tempo a quello dell’umano sentire, e la parola alla musica. A esibirsi per l’occasione l’ensemble formato da Alessandra Cossi, canto, synphonia e campane, Fabio Accurso al liuto, traversa medievale e percussioni, Gianpaolo Capuzzo ai flauti diritti e Giuseppe Paolo Cecere, viella, salterio, ghironda e canto. Nel materiale dei trovatori non esiste un vero ciclo dedicato alle stagioni, ma pur sempre si possono ritrovare temi stagionali significativi. Il tema dell’amore, nella lirica cortese in musica, trova, nel suo rapporto con le stagioni, accenti ed umori mutevoli e notevoli, come è esemplificato dal programma di questo concerto: l’estate che scalda il cuore, la melanconia dei ricordi ed il senso di perdita dell’autunno, il freddo inverno che l’amore può stemperare e rendere così meno lunga l’attesa della primavera, che tutto rinnovella. E è proprio al primo giorno di primavera, al 21 marzo, che Wunderkammer vi dà appuntamento, per un evento specialissimo e ancora segreto. O, se preferite, imprevisto. Per informazioni www.wunderkammertrieste.it

Commenti

commenti

Autore dell'articolo: Redazione

Redazione
Impaginazione, revisione, scrittura e pubblicazione sono a cura della redazione che decide cosa pubblicare e cosa non pubblicare, secondo la linea editoriale tracciata dal direttore! Sede operativa redazione: via Angelo Antonio Minichiello, 83035 Grottaminarda (Avellino) info@culturaeculture.it - Tel. 0825 426543

Lascia un commento

 COPIA NEGLI APPUNTI