A TORINO IL SALONE DEL GUSTO E TERRA MADRE

A Torino tutto pronto per Il Salone del Gusto e Terra Madre che si svolgerà dal 25 al 29 ottobre 2012 al Lingotto Fiere.

LA MANIFESTAZIONE

Un momento della presentazione ©Ufficio Stampa

Un legame sempre più forte è quello che unisce il Salone del Gusto e Terra Madre con il territorio piemontese e che ha visto in questi anni gli organizzatori, Regione Piemonte, Città di Torino e Slow Food, avviare partnership con istituzioni e privati per realizzare il più importante evento eco-gastronomico al mondo che propone cibi buoni impegnandosi allo stesso tempo a ridurre l’impatto della manifestazione sull’ambiente.

Per sei giorni Torino e il Piemonte ospiteranno migliaia di espositori e delegati delle comunità del cibo di Terra Madre e del Congresso internazionale di Slow Food, esperti, chef e accademici da tutto il mondo che parteciperanno alle Conferenze, ai Laboratori e Teatri del Gusto, agli Appuntamenti a Tavola e alle attività educative. L’edizione 2012 comincia con un giorno di anticipo: mercoledì,  24 ottobre alle 18.30. presso il Palaolimpico di Torino si terrà la Cerimonia di apertura del Salone del Gusto e Terra Madre, per la prima volta aperta al pubblico.

Ma il Salone del Gusto e Terra Madre quest’anno animeranno la città per tutto il mese di ottobre, uscendo dal Lingotto Fiere e dall’Oval con un vero e proprio Salone Off ricco di mostre, appuntamenti conviviali e musicali.

Sei anni dopo l’avvio del progetto Eventi a ridotto impatto ambientale, sviluppato da Slow Food in collaborazione con il Corso di Studi di Design – Politecnico di Torino e l’Università degli Studi di Scienze Gastronomiche di Pollenzo, il peso del Salone del Gusto e Terra Madre 2012 sull’ecosistema sarà ridotto di oltre il 65 per cento rispetto all’edizione di riferimento del 2006. Le performance sono migliorate e nuovi ambiti di azione sono stati sperimentati grazie all’impegno di decine di partner che credono nel progetto, tant’è che, nonostante sia stato avviato sei anni fa, rappresenta una frontiera di grande innovazione nel sistema fieristico nazionale e internazionale in cui la manifestazione continua a essere leader. L’evento ha davvero cambiato volto: ogni singola scelta strutturale e logistica è stata valutata in base a quanto e a come incide sull’equilibrio ambientale complessivo. Per raggiungere questi risultati, non è stato sufficiente contenere l’impatto sull’ambiente, ma nuovi processi sono stati attivati riducendo a monte i rifiuti non riciclabili e limitando al massimo le emissioni di CO2. Accanto a una oculata raccolta differenziata, che per ogni rifiuto prevede una nuova vita grazie al riciclo, fondamentale è stata la scelta di materiali eco-compatibili per allestimento e grafica e la gestione ragionata dei trasporti delle merci e delle persone. Fondamentale il coinvolgimento di espositori e visitatori, il cui ruolo è centrale in questo processo. Tra le iniziative di sensibilizzazione lanciate quest’anno, il Premio SlowPack, rivolto ai produttori italiani e stranieri che si distingueranno per l’imballaggio dei cibi, un elemento spesso poco considerato ma che può contribuire alla riduzione degli scarti all’origine e al riciclo di quelli che non è possibile eliminare.

Macrolibrarsi.it un circuito per lettori senza limiti

Anche per la campagna di comunicazione sono state esplorate nuove frontiere che hanno permesso di ridurre la carta del 37% rispetto al 2010. La comunicazione web e i social media sono stati potenziati, durante l’evento i giornalisti ricevono la cartella stampa in una pratica ed ecologica chiavetta usb e il programma cartaceo è stato sostituito dalla più grande novità dell’edizione 2012: SGTM, applicazione ufficiale del Salone Internazionale del Gusto e Terra Madre. L’app, sviluppata da Sinbit (nascente spinoff del Dipartimento di Informatica dell’Università di Torino) in collaborazione con Molecole Sistemiche per la grafica, è scaricabile gratuitamente per iOS e Android. SGTM dà accesso a eventi, espositori e news sempre a portata  di touch, sia prima che durante la manifestazione. Utilizzabile sia online che offline, è disponibile in italiano e inglese e offre tantissime funzioni tra cui la possibilità di programmare la propria visita e memorizzare con un click contatti dei produttori e curiosità.

L’edizione 2012 del Salone del Gusto e Terra Madre presenterà anche la prima esperienza organizzata di business matching, favorita dalla Regione Piemonte, grazie alla collaborazione con Tecnogranda. Il polo dell’innovazione agroalimentare presenta molte affinità con il Salone del Gusto e Terra Madre e potrebbe costituire un nuovo ambito di futuro sviluppo per la manifestazione. La piattaforma BtoB che la Regione Piemonte sperimenterà quest’anno a Torino potrebbe diventare un asset strategico delle prossime edizioni del Salone del Gusto e Terra Madre.

Commenti

commenti

Autore dell'articolo: Redazione

Redazione
Impaginazione, revisione, scrittura e pubblicazione sono a cura della redazione che decide cosa pubblicare e cosa non pubblicare, secondo la linea editoriale tracciata dal direttore! Sede operativa redazione: via Angelo Antonio Minichiello, 83035 Grottaminarda (Avellino) info@culturaeculture.it - Tel. 0825 426543

Lascia un commento

 COPIA NEGLI APPUNTI