A STRISCIA GLI SPRECHI DI SAPONARA
15 febbraio 2013
Redazione (4056 articles)
Share

A STRISCIA GLI SPRECHI DI SAPONARA

petix case saponaraQuesta sera, 15 febbraio 2013,  a Striscia la Notizia Stefania Petyx documenta un clamoroso spreco di denaro pubblico a Saponara, in provincia di Messina, dove 50 alloggi popolari costruiti vent’anni fa, ma mai completati né assegnati ai beneficiari, versano in stato di totale abbandono e mostrano i segni di atti vandalici.

Queste case vennero costruite dall’Istituto Autonomo per le Case Popolari (IACP) di Messina con i soldi della Regione Siciliana e con l’obiettivo di creare alloggi per il personale dipendente delle pubbliche amministrazioni, che negli anni avrebbe pagato l’affitto e alla fine avrebbe potuto riscattare la casa con un conguaglio.

L’inviata del Tg satirico, in compagnia del suo fedele bassotto, chiede spiegazioni a Maria Grazia Giacobbe, coordinatore generale dell’IACP di Messina, la quale dichiara che gli alloggi si possono recuperare e promette che entro due mesi verrà indetta la gara d’appalto per assegnare i lavori di ristrutturazione e di messa in sicurezza. Sempre questa sera Moreno Morello ci aggiorna sul caso delle tariffe gonfiate dai gondolieri veneziani. Infatti, quelli immortalati da Striscia la Notizia a fare la “cresta” ai turisti sono stati sospesi per 5 giorni dall’Associazione dei Bancali (la rappresentanza sindacale della categoria), in attesa che venga stabilita dall’Ente Gondola la sanzione definitiva. Ai microfoni del Tg satirico il Presidente dell’Associazione Bancali Aldo Reato, già intervistato sulla vicenda nel maggio 2012, si dichiara molto amareggiato per le nuove segnalazioni, promettendo a tutti coloro che vogliono usufruire di questo servizio un maggior controllo sulle tariffe, che saranno affisse su tutti i pontili, in modo da essere ben visibili.

 

Redazione

Redazione

Impaginazione, revisione, scrittura e pubblicazione sono a cura della redazione che decide cosa pubblicare e cosa non pubblicare, secondo la linea editoriale tracciata dal direttore! Sede operativa redazione: via Angelo Antonio Minichiello, 83035 Grottaminarda (Avellino) info@culturaeculture.it - Tel. 0825 426543

Commenti

Ancora nessun commento. Puoi essere il primo a commentare!

Scrivi un commento

Solo gli utenti registrati possono commentare.