19 giugno 2012
Redazione (4031 articles)
Share

A ROMA IL TEATRO ELISABETTIANO NEL CUORE DI VILLA BORGHESE

© TimeHacker - Fotolia.com

 

Per gli amanti del teatro a Roma questa estate c’è l’imbarazzo della scelta anche grazie alla programmazione del Silvano Toti Globe Theatre, diretto da Gigi Proietti, e aperto del 2003. Si tratta dell’unico teatro elisabettiano in Italia e si trova proprio nel cuore di villa Borghese. La programmazione è ricca di eventi; ecco il calendario.

  • dal 27 al 30 giugno ore 21.15, 1° luglio ore 18; e dal 27 agosto al 2 settembre ore 21.15-  Fool. I comici in Shakespeare– regia di Consuelo Barilari e traduzione di Masolino d’Amico

  • dal 4 al 15 luglio ore 21.15- Sogno di una notte di mezza estate- regia di Riccardo Cavallo e traduzione di Simonetta Traversetti;

  • dal 19 luglio al 5 agosto ore 21.15- UGO PAGLIAI in Falstaff e le allegre comari di Windsor- regia di Riccardo Cavallo e traduzione di Filippo Ottoni

  • dal 9 al 26 agosto ore 21.15- GIORGIO ALBERTAZZI in Giulio Cesare- regia di Daniele Salvo e traduzione di Masolino d’Amico

  • dal 7 settembre ore 21.15- Come vi piace-  regia di Marco Carniti, traduzione di Agostino Lombardo e musiche originali di Arturo Annecchino
NOTA SUL SILVANO GLOBE THEATRE

La bellezza e il fascino di Roma risiedono non solo nel suo storico patrimonio artistico ma anche nelle opere contemporanee che ne confermano e rinnovano l’immagine di capitale della cultura mondiale. L’inaugurazione del Silvano Toti Globe Theatre è avvenuta in un momento particolarmente significativo per Roma che ha festeggiato nel 2003, con questo teatro elisabettiano, i cento anni di Villa Borghese gemellandosi virtualmente con la città di Londra, sede del famoso Globe Theatre. La realizzazione del Silvano Toti Globe Theatre è stata resa possibile grazie alla Fondazione Silvano Toti, associazione creata dalla famiglia Toti per onorare la memoria di Silvano Toti, mecenate ed imprenditore. In questo modo la Fondazione intende offrire il proprio contributo alla crescita culturale della città in cui la famiglia Toti è nata, anche imprenditorialmente, ed alla quale si sente legata e riconoscente. La nascita della Fondazione Silvano Toti e l’ideazione, progettazione e realizzazione dell’omonimo teatro, rappresentano un ulteriore impegno in campo culturale del Gruppo Toti che ha realizzato, tra le altre opere, il MART – Museo di Arte Moderna e polo Culturale di Trento e Rovereto, ed ha curato il recupero, il restauro ed il rilancio culturale-commerciale della Galleria di Piazza Colonna a Roma intitolata ad Alberto Sordi. Il rispetto dell’ambiente e delle zone ad alto valore storico è stato il principio guida nella progettazione e nella realizzazione del teatro, costruito con legno proveniente da foreste gestite e riforestate e inserito perfettamente nel contesto ambientale e culturale di Villa Borghese. Il Silvano Toti Globe Theatre, dove verranno riproposte le tragedie e le commedie elisabettiane, è uno spazio che, grazie alle particolari caratteristiche architettoniche ed all’essenzialità delle scene, permetterà un rapporto catartico con le opere del teatro rinascimentale inglese, nella suggestiva cornice di Villa Borghese. Il Teatro Silvano Toti non deve essere considerato una imitazione del Globe di Londra, del quale per altro non esiste copia del progetto originario, ma un luogo nuovo, tutto italiano, in linea con le nostre normative di sicurezza, in modo da garantire al pubblico le condizioni ideali per assistere agli spettacoli in programmazione.

La Fondazione Silvano Toti, associazione senza fini di lucro creata dalla famiglia Toti per onorare la memoria di Silvano Toti, opera per la promozione e la salvaguardia del patrimonio culturale, artistico ed ambientale di tutte le civiltà anche attraverso l’organizzazione di eventi scientifico culturali. Nel perseguimento dei propri scopi la Fondazione si adopera per ristrutturare edifici storici, appartenenti a privati o allo Stato e per creare nuovi complessi da gestire in forma diretta per le finalità istituzionali o da concedere in comodato o donare allo Stato e ad altri enti pubblici. Le attività promosse dalla Fondazione sono portate avanti anche in collaborazione con organizzazioni ed enti nazionali ed internazionali aventi analoghe finalità. La Fondazione Silvano Toti, anche quale interprete dei reali bisogni della collettività e catalizzatore di iniziative utili alla società civile, nell’ambito della propria attività di tutela e salvaguardia con particolare riguardo per la città di Roma ha fortemente voluto e realizzato l’omonimo teatro, per onorare la memoria di Silvano Toti e per donarlo ai romani. Impegnata nella promozione delle attività culturali della città di Roma, la Fondazione Silvano Toti ha altresì promosso e contribuito alla esposizione intitolata “Sordi Segreto. Un italiano a Roma” che è stata ospitata nella cornice del Complesso del Vittoriano a Roma dal 10 luglio al 18 settembre del 2004. Tale mostra dedicata ad Alberto Sordi, attraverso il percorso espositivo lungo la Sua carriera, ha raccolto immagini, oggetti, scritti e ricordi di questo grande artista che con Roma ha sempre avuto un rapporto assolutamente speciale ed unico.

 

Redazione

Redazione

Impaginazione, revisione, scrittura e pubblicazione sono a cura della redazione che decide cosa pubblicare e cosa non pubblicare, secondo la linea editoriale tracciata dal direttore! Sede operativa redazione: via Angelo Antonio Minichiello, 83035 Grottaminarda (Avellino) info@culturaeculture.it - Tel. 0825 426543

Commenti

Ancora nessun commento. Puoi essere il primo a commentare!

Scrivi un commento

Solo gli utenti registrati possono commentare.