A MATERA IL PRIMO BALLOON FESTIVAL

© Sergio Laterza

Nel fine settimana scorso, nel cuore della Murgia Materana si è svolto l’evento “Aspettando il Matera Balloon Festival”, un format di valorizzazione territoriale e culturale promosso dall’associazione MurgiaMadre. Numerosi i visitatori che hanno potuto godere dello spettacolo offerto da quattro “giganti dell’aria” che hanno sorvolato la gravina materana e i sui dintorni. L’evento dello scorso weekend costituisce una sorte di anticipazione della prima edizione nella Città dei Sassi, del Festival Internazionale delle Mongolfiere, previsto a primavera 2013. Un nuovo attrattore per richiamare e stupire i flussi turistici aggiuntivi, sensibili ai valori ambientali del paesaggio antropologico, espressione straordinaria della storia dell’uomo, dal paleolitico alla vicenda della civiltà rupestre, fino alla emblematica materializzazione della  urbe contadina dei Sassi.

L’evento “I Sassi finalmente Volano” intende valorizzare un sito che dal 1993 è patrimonio mondiale dell’umanità UNESCO. Il volo delle mongolfiere è l’omaggio alle fonti naturali dell’Aria e  del Vento, dell’Acqua e della Terra – risorse sempre più preziose e sempre più minacciate dall’uomo contemporaneo. La manifestazione è stata soltanto un’anticipazione di quello che sarà il Balloons International Festival, quando parteciperanno una trentina di mongolfiere che voleranno sui Sassi e l’Altipiano Murgico, come previsto a primavera 2013, in quella decade che anticipa la Pasqua. L’iniziativa vuole contribuire alla candidatura di Matera Capitale della Cultura 2019.

L’associazione ritiene che un Festival Internazionale di Mongolfiere sia un evento unico con il quale promuovere anche nuovi scenari possibili per una Green Economy geo-localizzata in Basilicata, un mezzo eco-sostenibile quale utile strumento per valorizzare il territorio e le comunità locali.

Commenti

commenti

Autore dell'articolo: Redazione

Redazione
Impaginazione, revisione, scrittura e pubblicazione sono a cura della redazione che decide cosa pubblicare e cosa non pubblicare, secondo la linea editoriale tracciata dal direttore! Sede operativa redazione: via Angelo Antonio Minichiello, 83035 Grottaminarda (Avellino) info@culturaeculture.it - Tel. 0825 426543

Lascia un commento

 COPIA NEGLI APPUNTI