A GORIZIA “I RACCONTI DI MAMMA OCA” DI RAVEL
15 novembre 2012
Redazione (4056 articles)
Share

A GORIZIA “I RACCONTI DI MAMMA OCA” DI RAVEL

Con uno spettacolo che affonda nella tradizione popolare delle fiabe, e al tempo stesso attinge dalla produzione musicale di un compositore di riferimento per il Novecento europeo, Maurice Ravel, prosegue la 14^ edizione di “Pomeriggi d’inverno” 2012: sabato 17 novembre, al Kulturni Center Bratuz di Gorizia (ore 16.30) di scena “I racconti di Mamma Oca”, una produzione di Drammatico Vegetale, su musiche tratte dal repertorio di Maurice Ravel, protagonisti Elvira Mascanzoni e Giuseppe Viroli. Ma Mère l’Oye è la suite di Maurice Ravel per pianoforte a quattro mani, in seguito trascritta anche per orchestra, ispirata a illustrazioni tratte da libri di fiabe per l’infanzia dell’inizio del secolo scorso: La bella addormentata nel bosco, Pollicino, Laideronnette imperatrice delle pagode, La bella e la bestia, Il giardino fatato. Nello spettacolo i disegni che hanno ispirato Ravel prendono vita, dialogando con le note. E con loro Pollicino, la bella addormentata, e tutti gli altri piccoli protagonisti, evocando la poesia dell’infanzia. La principessina si punge e cade in un sonno fatato abitato da uccellini che inghiottono tracce di briciole di pane. Il sogno la conduce dalla piccola imperatrice delle pagode, dalla bella che danza con la bestia… fino a quando un principe azzurro la risveglierà. Le parole, le note, le figure animate, le mani leggere degli attori-animatori tessono una favola semplice e allo stesso tempo ricca di profonde emozioni.

Diretto da Roberto Piaggio e Antonella Caruzzi, Promosso dal CTA con il Ministero per i Beni e le Attività Culturali, la Regione Fvg, il Comune e la Provincia di Gorizia, la Fondazione Carigo e l’ERT, Pomeriggi d’inverno” 2012 – 2013  sarà di scena fino al 9 marzo 2012 con nove spettacoli di grandi compagnie italiane in scena al Kulturni Center Bratuz, e con cinque “Storie d’inverno” in cartellone al Teatro Verdi.

Tags Teatro
Redazione

Redazione

Impaginazione, revisione, scrittura e pubblicazione sono a cura della redazione che decide cosa pubblicare e cosa non pubblicare, secondo la linea editoriale tracciata dal direttore! Sede operativa redazione: via Angelo Antonio Minichiello, 83035 Grottaminarda (Avellino) info@culturaeculture.it - Tel. 0825 426543

Commenti

Ancora nessun commento. Puoi essere il primo a commentare!

Scrivi un commento

Solo gli utenti registrati possono commentare.