Vacanze in Puglia: ecco dove andare
27 luglio 2016
Elisabetta Severino (40 articles)
Share

Vacanze in Puglia: ecco dove andare

L’estate, si sa, è la stagione delle vacanze, dei viaggi, del relax e del divertimento e per poter godere di tutto questo non occorre necessariamente andare all’estero ma si può restare nel nostro Bel Paese. Oggi ci recheremo in Puglia e per farlo percorreremo insieme cinque delle infinite tappe che potrebbero rendere le vostre vacanze indimenticabili. Alla fine della nostra penisola, fiancheggiata dai mari Ionio e Adriatico, si adagia la Puglia, terra ricca di storia, antichi sapori e interminabili distese di acqua cristallina e di ulivi secolari. Perdetevi dunque nei paesaggi mozzafiato, immergetevi nella trasparenza del mare e assaporate la cucina semplice e genuina fatta di antiche tradizioni. Luogo di facile approdo, la Puglia ha assistito nel tempo al passaggio di numerose civiltà come quelle greca, romana, bizantina e normanna; ognuna di queste ha lasciato il segno, basti pensare ai castelli medievali, alle chiese rupestri, barocche e poi romaniche, alle dimore storiche e agli antichi borghi. Ed è proprio il cuore di un incantevole centro storico, quello di Otranto, patrimonio UNESCO, la prima tappa del nostro viaggio pugliese.

Vacanze in Puglia, prima tappa: Otranto

Percorso il Lungomare degli Eroi e superata la Porta Alfonsina ad accogliervi sarà un intricato reticolo di strade strette abbarbicate su uno sperone roccioso che si affaccia a picco sul mare. Le vetrine di oggetti artigianali cattureranno la vostra attenzione e sarà impossibile uscire dall’antico borgo senza aver acquistato un paio di sandali nuovi lavorati a mano; eh già, ce ne sono per tutti i gusti, colorati, scuri o, più alla moda, illuminati da paillettes. E se un languorino comincerà a farsi sentire, niente paura, ristorantini e botteghe di prodotti tipici saranno al vostro servizio. Dopo la pausa, d’obbligo sarà addentrarvi in una delle cattedrali più belle del Salento, quella dedicata a Santa Maria Annunziata e costruita in epoca normanna su resti messapici, romani e paleocristiani. Al suo interno vi è una tremenda testimonianza dell’assedio turco del 1480: i teschi degli ottocento cittadini ferocemente decapitati per non aver rinnegato la propria fede sono infatti ancora oggi conservati in delle teche di vetro. Ma lo stupore che questo luogo sacro saprà riservarvi deriverà ancor più dalla vista dell’Albero della vita, uno splendido mosaico pavimentale, unico nel suo genere per dimensioni e complessità, realizzato dal monaco Pantaleone tra il 1163 e il 1165. Quest’incredibile opera musiva, che ricopre il pavimento delle tre navate della chiesa, rappresenta la grande narrazione della cultura medievale tra credenze, miti e fede religiosa: i segni zodiacali, l’Inferno, la Torre di Babele e il Diluvio universale sono solo alcune delle immagini accuratamente raffigurate. Ammirerete poi, una volta ritornati all’aria aperta, il luogo che nel 1764 ispirò Horace Walpole nella scrittura del primo romanzo gotico della storia della letteratura, Il Castello di Otranto. L’imponente struttura è oggi adibita a incontri culturali, mostre ed importanti eventi. Prima di abbandonare Otranto, poco fuori dal suo centro abitato, molto suggestiva è la cava di bauxite dove dolci collinette rossastre circondano le acque di un lago dalle acque verdi. E poi dove andare? Quali altre località della Puglia visitare? Pronti per la prossima meta?

Otranto

Otranto

Vacanze in Puglia: Lecce e Castellana Grotte

Lecce è la capitale del Barocco. A stregarvi sarà la sua luce, la pietra bianca dell’architettura, la vita che brulica nelle strade, il cielo quasi sempre azzurro e la bellezza diffusa. La “Firenze del sud” o “la città delle cento chiese” è soprannominata Lecce; la Chiesa di Santa Croce ha la facciata più barocca d’Italia e non perdersi nella sua perlustrazione sarà inevitabile. E poi ancora la magia di Piazza Duomo con lo svettare del suo altissimo campanile, l’anfiteatro romano, il Castello Carlo V, Piazza Sant’Oronzo e il suo Sedile, tutte immancabili tappe di una città splendida e incredibilmente viva. Ma il tempo è tiranno e prima di lasciarvi ho ancora tre mete da consigliarvi. Spostiamoci ora più a nord della Puglia, in provincia di Bari, laddove risiedono le grotte carsiche più belle del mondo, quella di Castellana Grotte, centro distante poco più di dieci chilometri dai famosi trulli di Alberobello e dalla rinomata costa di Polignano a Mare. Entrare nella cavità sotterranea vi regalerà tre chilometri di emozioni in meravigliosi scenari fatti di caverne, canyon, abissi, stalattiti e aggregazioni di roccia dalle forme e dai colori più disparati. Non abbiate paura, l’escursione è guidata e, se deciderete di fare questa avventura, munitevi di un abbigliamento consono a una temperatura che oscilla intorno ai 16 gradi.

Vacanze in Puglia: Peschici e Castel Del Monte

La quarta meta per le vostre vacanze in Puglia è Peschici che, situata a pochi chilometri da Vieste in provincia di Foggia, si affaccia sul mare dominando una delle baie più mozzafiato d’Italia. Cinto da mura antiche il centro è caratterizzato da case basse e bianche che degradano lentamente verso il mare sposandosi al blu delle acque; respirerete nell’aria l’odore del pesce fresco e della salsedine, profumi autentici di un piccolo borgo marinaro. Peschici vanta la presenza del solenne castello normanno e della Torre del Ponte. Dal belvedere del centro storico vedrete la distesa di pini che abbraccia la costa e le torri d’avvistamento; verso Vieste, vi capiterà d’imbattervi in strane strutture di legno sospese sul mare dette “trabucchi” oggi occupate da ristoranti ma un tempo utili per la pesca. L’ultimo consiglio di viaggio nel tacco d’Italia vi riporta in provincia di Bari, nel comune di Andria, in uno degli scenari più affascinanti del mondo, Castel del Monte. Patrimonio mondiale dell’umanità UNESCO e recentemente ripreso dalla maestria di Matteo Garrone nel film vincitore di sette David di Donatello, “Il racconto dei racconti”, Castel del Monte mette in scena la grandezza del suo fondatore Federico II di Svevia che lo fece erigere intorno al 1240. Costruito su un banco roccioso, in una posizione sopraelevata, la fortezza ha una forma ottagonale incredibilmente geometrica, un enorme cortile e sedici sale dislocate su due piani comunicanti tra loro attraverso l’uso delle torri. Questo unicum dell’architettura medievale racchiude al suo interno tante anime culturali, quella del nord d’Europa, quella musulmana e quella dell’antichità classica. Impossibile elencarvi tutte le bellezze della Puglia, quanto descritto è solo la punta dell’iceberg di un universo tutto da scoprire fatto di spiagge da favola, tanto divertimento, natura incontaminata e siti d’interesse storico e artistico, dunque, non vi resta che partire.

 

Elisabetta Severino

Elisabetta Severino

Elisabetta Severino, originaria di Lecce e bolognese d’adozione, ha studiato Lettere Moderne per seguire le sue più grandi passioni: la letteratura e la scrittura. Ha collaborato con diverse redazioni e radio e attualmente lavora come Ufficio Stampa in un teatro, ambiente vivo e stimolante. Dopo aver vissuto a 360° l’esperienza dell’Erasmus in Francia durante il periodo universitario non ha mai smesso di viaggiare curiosando qua e là per l’Europa e oltre i suoi confini. La città in cui non si stanca mai di ritornare? Parigi!

Commenti

Ancora nessun commento. Puoi essere il primo a commentare!

Scrivi un commento

Solo gli utenti registrati possono commentare.