19 febbraio 2013
Piera Vincenti (230 articles)
Share

DRESDA, MOSTRA DI ARMATURE AL CASTELLO

Detail_FussturnierArmature storiche, elmi, scudi, lance: sono gli oggetti scelti per celebrare la riapertura della Riesensaal del castello di Dresda, simbolo della città tedesca. Un evento straordinario che intende rendere omaggio alla storia sassone e a quella della Riesensaal, costruita esattamente 460 anni fa ma distrutta nel periodo della Seconda guerra mondiale. Letteralmente “sala dei giganti”, è sempre stata la sala più importante del Residenzschloss, il castello di Dresda, e prende il nome dalle gigantesche figure di guerrieri dipinte sulle pareti tra le ampie finestre rinascimentali. Qui anticamente si svolgevano le celebrazioni e le feste con cui la dinastia sassone e la sua corte mostravano il proprio prestigio all’Europa. Il castello di Dresda è uno dei monumenti più antichi della città ed è stato la residenza dei regnanti (1547-1806) e dei re (1806-1918) della Sassonia.

Libaerts__PrunkharnischgarniturIl  Residenzschloss  è stato ricostruito a partire dal 1990 ed è in seguito diventato sede delle collezioni dello Staatliche Kunstsammlungen, che divide i suoi musei tra lo Zwinger e il castello di Dresda. La riapertura della Sala dei giganti è un ulteriore passo in avanti in direzione dell’arricchimento delle collezioni ospitate dal castello. Essa infatti rispetta tutti gli standard dei musei moderni: le dimensioni originali sono state mantenute ma le imponenti volte a botte tipiche del primo barocco sono state reinterpretate in chiave contemporanea per dare ampio spazio agli oggetti esposti.

Dresda, nota per la sua bellezza e la ricchezza di arte, è stata definita la Firenze del Nord. Dopo le devastazioni della guerra e il successivo abbandono nel periodo Ddr, sta finalmente ritrovando il suo antico splendore, grazie anche alla ristrutturazione del castello, simbolo della città-gioiello della Germania.

Situata a due ore di treno da Berlino, Dresda è il secondo maggiore centro del land della Sassonia dopo Lipsia. Dichiarata Patrimonio Unesco, offre ai visitatori diverse attrattive: la visita di musei e gallerie, le passeggiate sul “Balcone d’Europa” della terrazza sull’Elba, lo shopping e la cucina.

ScharfrennenUna delle piazze principali della città è l’Altmarkt, che sorge nel centro storico di Dresda dove si affacciano alcuni dei monumenti e delle chiese principali. Camminando fino all’incantevole terrazza sull’Elba si incontrano il Kulturpalast, sede dell’Orchestra filarmonica di Dresda, e la Kreuzkirche, che ospita un coro di voci bianche. Di rara bellezza anche il Neues Rathaus, il municipio nuovo affiancato da una torre sulla quale è possibile salire per godere del panorama della città.

Chiesa-simbolo di Dresda, la Frauenkirche è risorta dalle macerie dopo il bombardamento della Seconda Guerra Mondiale. Meravigliosa la vista che si gode dalla Bruhlsche Terrasse, spettacolare passeggiata sull’Elba soprannominata il ”balcone d’Europa”. Altro monumento simbolo di Dresda è lo Zwinger, uno degli edifici barocchi più incantevoli della Germania, costruito in origine come palazzo per le feste reali. Oggi lo Zwinger, insieme al Residenzschloss, è il polo museale e artistico della città sassone.

Piera Vincenti

Tags Europa
Piera Vincenti

Piera Vincenti

Piera Vincenti è giornalista e copywriter. Si occupa di comunicazione aziendale e pubblica e collabora alla realizzazione di siti web. Laureata in Sociologia, ha conseguito la laurea specialistica nel 2010 dopo aver ottenuto la laurea triennale in Scienze della Comunicazione.

Commenti

Ancora nessun commento. Puoi essere il primo a commentare!

Scrivi un commento

Solo gli utenti registrati possono commentare.