Aceto: mille usi per le pulizie della casa e la cura del corpo

Aceto e i suoi mille usi: mai affermazione è stata così calzante per una sostanza che ha molte proprietà. La sua storia è millenaria ed alquanto suggestiva. Conosciuto già dagli Egizi e dai Babilonesi, era nell’antica Grecia molto diffuso per uso curativo tanto che Ippocrate ne raccomandava l’utilizzo proprio per mantenere il corpo in uno stato di salute. I Romani lo ritenevano fortificante, mentre nel Medioevo l’aceto era ritenuto un prezioso aiuto contro la peste. La ricetta era custodita dalle antiche corporazione e rimase pressoché segreta sino al 1800 quando si compresero le reazioni chimiche che davano origine alla fermentazione dell’aceto grazie a Pasteur e a Lavoisier soprattutto.

L’aceto nasce dal vino che fermenta o da altre sostanze contenenti zuccheri attraverso l’azione combinata di un gruppo di batteri. Ci sono tante varietà oltre quella di vino rosso e bianco, come l’aceto di mele, di pere, di riso, di miele, di malto d’orzo, di birra, di uva passa, di cocco, di canna. Non mancano poi gli aceti aromatizzati con erbe, bacche, estratti di fiori e di frutti. Il più pregiato è l’aceto Balsamico che si ottiene dall’acidificazione del mosto d’uva. Viene poi fatto invecchiare in botti di legno.

Ci sono due sistemi per produrlo: artigianale ed industriale. Inutile dirvi che va preferito il primo proprio perché si privilegia il processo naturale. Per la legge ne esistono cinque tipi: comune, di qualità, aromatizzato e decolorato. Se possibile optate sempre per un aceto di qualità oppure aromatizzato.

Leggi l’articolo sull’olio essenziale di Lavanda che puoi usare per rendere profumati i tuoi capi

aceto mille usi

Aceto: un prodotto dai mille usi

Per la salute – L’aceto è veramente un toccasana per il corpo. Infatti, allontana i fastidiosi insetti estivi, attenua gonfiori ed artriti, disintossica l’organismo, allevia i disturbi della bocca, combatte la candida, cura la pelle arrossata e favorisce la digestione. Ma non solo. Allevia anche il mal di testa.

Per le pulizie – Io uso molto l’aceto di vino bianco per le pulizie, anche per allontanare i parassiti dal mio cane (in questo caso si utilizza l’aceto di mele). Nello specifico l’aceto di vino bianco scioglie il calcare, igienizza i sanitari, restituisce ai tappeti e alle moquette lo splendore di un tempo, è ottimo come smacchiatore naturale e rende i pavimenti scintillanti. I suoi usi per le pulizie sono davvero tanti.

Per la cura della persona – L’aceto, sempre di vino bianco, rende il viso più luminoso, è un tonico per il corpo e può trasformarsi in un deodorante naturale. Ma la sua caratteristica principale è che rende i capelli morbidi e lucenti, aiuta a perdere peso e rafforza le unghie e i denti. Non dimentichiamo poi che l’aceto è molto usato in cucina per ricette gustose e succulenti ma anche semplicemente per condire.

Macrolibrarsi.it un circuito per lettori senza limiti

Aceto per un bucato più morbido

Per il bucato io lo uso come ammorbidente oltre che per lavare il bagno e i pavimenti al posto del detersivo industriale risparmiando e con un impatto ambientale zero. Per il bucato faccio così: nella vaschetta dell’ammorbidente metto due parti di aceto di vino bianco e una di acqua. Se però voglio profumare i miei capi aggiungo 20 gocce di olio essenziale di Lavanda, di Rosa o di Limone per un litro di aceto. Provare per credere.

 

 

Dott.ssa Maria Ianniciello, naturopata e giornalista pubblicista

 

 

Aceto di Mele Biologico
Condimento italiano per insalate
Bio’s?pn=3721″ title=”Bio’s” >Bio’s

Voto medio su 7 recensioni: Da non perdere

€ 3.3601

Commenti

commenti

Autore dell'articolo: Maria Ianniciello

Maria Ianniciello
Fondatrice di Cultura & Culture. Giornalista, iscritta all'Ordine dei giornalisti della Campania. Naturopata in formazione presso l'Istituto Riza. Laureata in lettere con il massimo dei voti (vecchio ordinamento) presso la Seconda Università di Roma, lavora a tempo pieno da diversi anni nel giornalismo. Ha lavorato con quotidiani e televisioni dell'Irpinia e del Sannio: Valtelesinanews, Buongiorno Irpinia, Telenostra e Ottopagine. Ha collaborato con Paolo Filippi per il programma "Cordialmente" e con Radio Sì di Bruxelles. Dal dicembre 2010 al dicembre 2011 ha diretto la rivista a vocazione territoriale XD Magazine, che esce nelle province di Avellino e Benevento. A dicembre 2010 è uscito il suo primo romanzo "Conflitti" Tra il 2012 e il 2013 escono i primi due quaderni della serie: Le interviste di Maria Ianniciello. Il direttore di Cultura & Culture intervista Aldo Masullo e il fratello di Salvo D'Acquisto, Alessandro. Da gennaio 2016 è naturopata in formazione presso l'Istituto Riza di Medicina Psicosomatica, presieduto da Raffaele Morelli. Su Cultura & Culture si occupa di benessere e naturopatia con un occhio sempre attento alla cultura. Pratica l'aromaterapia sia in gruppo che individualmente e fa consulti naturopatici.

Lascia un commento

 COPIA NEGLI APPUNTI