verrà-il-vento-e-ti-parlerà-di-me-francesca-barra

Francesca Barra: Verrà il vento e ti parlerà di me

verrà-il-vento-e-ti-parlerà-di-me-francesca-barraVerrà il vento e ti parlerà di me per narrare una storia dal sapore antico. Verrà il vento e ti parlerà di me per dirti cose che non sai, per ricondurti in territori già esplorati, con nuovi occhi, perché il passato che è storia dei singoli e della collettività non può impedirci di percorrere il cammino della vita che non è mai uguale alla strada intrapresa dai nostri avi, custodi del meglio e del peggio dell’umanità. A volte cerchiamo la bellezza lontano dalla nostra terra che ci sembra maligna, cattiva, invidiosa, senza sapere che è tutto qui, a portata di mano. I diamanti sono custoditi nel nostro cuore e noi non li vediamo perché abituati a ragionare per luoghi comuni. Se solo imparassimo ad ascoltare il vento che ci accarezza la pelle e passa oltre per raccontare storie fantastiche e allo stesso tempo così reali, uniche! E` molto utile trarre insegnamento dai saggi, che spesso sono i nostri nonni, ed è vitale che continuiamo a cercare la voce dell’anima. La storia personale è come una bussola che ci serve per orientarci, anche se spesso per conoscere bisogna perdersi. La protagonista del romanzo Verrà il vento e ti parlerà di me (Garzanti) vive il dissidio che spesso schiaccia le donne (e non solo) del Sud Italia, in bilico tra il voler essere e il dover apparire in un certo modo per non deludere le aspettative dei parenti, ancorati a tradizioni che sembrano antiquate ma che sono lo specchio di un universo sconosciuto e intriso di magia. L’eterno conflitto tra ragione e sentimento, tra mente e cuore, è l’asse portante del libro di Francesca Barra. La scrittura della giornalista e conduttrice lucana è lieve e decisa, sognante e pragmatica; in ogni pagina c’è una ricetta della tradizione culinaria della Basilicata che chiude i vari capitoli, facendo da spartiacque tra quello che abbiamo già conosciuto e quello che dobbiamo ancora scoprire. E come in Va dove ti porta il cuore, nel libro di Francesca Barra c’è una nonna e c’è una nipote ma a differenza del romanzo, nato dalla penna di Susanna Tamaro, qui le due donne non sono in contrasto; anzi si completano. Caterina – la nipote – ha deciso di lasciare la Basilicata per andare a studiare a Roma, dove s’innamora di Pietro; la ragazza però non sa che l’Amore può dividere e condurci in territori lontani, diversi, che ci fanno quasi paura, spingendoci a fare scelte drastiche. Teresa – la nonna – ha dedicato tutta la vita alla propria famiglia e in particolare al marito, Mimì, diventando così il punto di riferimento per tutti i suoi cari. Cresciuta nelle grotte umide dei Sassi di Matera, questa donna ha sposato il figlio dei suoi padroni e con coraggio, senza arrivismo, ma solo per amore, ha visto migliorare la propria posizione sociale. Riuscirà Caterina a fare altrettanto e soprattutto a seguire i sentieri del cuore per capire qual è il suo posto nel mondo? Lo scoprirete solo leggendo Verrà il vento e ti parlerà di me, il meraviglioso romanzo di Francesca Barra che ha inoltre il merito di aver contribuito a diffondere usi e costumi della Basilicata, una terra incantevole, «senza tempo», come dirà il ragazzo venuto dalla capitale. (4 / 5)

 

Commenti

commenti

Autore dell'articolo: Maria Ianniciello

Maria Ianniciello
Fondatrice di Cultura & Culture. Giornalista, iscritta all'Ordine dei giornalisti della Campania. Naturopata in formazione presso l'Istituto Riza. Laureata in lettere con il massimo dei voti (vecchio ordinamento) presso la Seconda Università di Roma, lavora a tempo pieno da diversi anni nel giornalismo. Ha lavorato con quotidiani e televisioni dell'Irpinia e del Sannio: Valtelesinanews, Buongiorno Irpinia, Telenostra e Ottopagine. Ha collaborato con Paolo Filippi per il programma "Cordialmente" e con Radio Sì di Bruxelles. Dal dicembre 2010 al dicembre 2011 ha diretto la rivista a vocazione territoriale XD Magazine, che esce nelle province di Avellino e Benevento. A dicembre 2010 è uscito il suo primo romanzo "Conflitti" Tra il 2012 e il 2013 escono i primi due quaderni della serie: Le interviste di Maria Ianniciello. Il direttore di Cultura & Culture intervista Aldo Masullo e il fratello di Salvo D'Acquisto, Alessandro. Da gennaio 2016 è naturopata in formazione presso l'Istituto Riza di Medicina Psicosomatica, presieduto da Raffaele Morelli. Su Cultura & Culture si occupa di benessere e naturopatia con un occhio sempre attento alla cultura. Pratica l'aromaterapia sia in gruppo che individualmente e fa consulti naturopatici.

Lascia un commento

 COPIA NEGLI APPUNTI