Un’app per conoscere i luoghi della Grande Guerra

batteria amalfi
Batteria Amalfi

Cavallino Treporti, in provincia di Venezia, è un polo turistico d’eccellenza ma pochi sanno che questa località, ubicata proprio di fronte a Venezia e alle isole di Burano e Torcello, fu teatro delle operazioni belliche della Grande Guerra. Proprio qui si trovano infatti i fabbricati della Batteria Amalfi, fatta costruire per proteggere Venezia dagli attacchi dell’Impero Austro-Ungarico. Venezia, con il suo porto, era una città strategica per la difesa dell’Italia, quindi perderla significava spalancare le porte della Pianura Padana e del resto del Paese. L’ammiraglio Paolo Thaon di Revel decise quindi di costruire la Batteria, resa operativa nel 1917. Oggi è possibile visitare i resti dell’Amalfi anche grazie a un’applicazione, scaricabile da telefoni e tablet con dispositivi Apple ed Android, che permette al visitatore di conoscere uno dei momenti più importanti della storia del Secolo scorso. Great War App (questo il nome del progetto) è stata fortemente voluta dal Comune di Cavallino Treporti e sarà presentata, alla presenza delle autorità, il prossimo 2 settembre 2013 alle 11, proprio nella località veneta. L’applicazione è arricchita da foto d’epoca, mappe interattive, fimati e ricostruzioni virtuali. Il progetto permetterà dunque ai giovani e ai meno giovani anche di conoscere queste zone del litorale veneto sotto un altro punto di vista. Great War App, che è disponibile in diverse lingue, come italiano, inglese, tedesco e danese, consente di effettuare una ricerca anche sui campeggi e sulle strutture turistiche del territorio con numeri utili.

Commenti

commenti

Autore dell'articolo: Carla Cesinali

Carla Cesinali
Carla Cesinali su Cultura & Culture si occupa di politica, di spettacoli, di arte.

Lascia un commento

 COPIA NEGLI APPUNTI