UDINE, INAUGURATA “COME UN RACCONTO”

Momento dell’inaugurazione

Questa mattina grande affluenza di pubblico per l’inaugurazione presso il Teatro Comunale Palamostre di Udine della Prima Rassegna Nazionale Biennale del Libro d’Artista “Come un racconto” e per l’esposizione collegata “Libri Materici”, con opere degli studenti del Liceo Artistico “G. Sello”. La rassegna, ideata e organizzata del Comitato DARS di Udine, è dedicata a Isabella Deganis, nota e sensibile artista udinese, insegnante e per un ventennio presidente del Dars.

Nata come un’iniziativa che mira a unire arti visive e linguaggio, l’originalità di questa esposizione, ha sottolineato l’Assessore alla Cultura del Comune di Udine Luigi Reitani, “sta nel suo oggetto: per la prima a volta a Udine vengono esplorate le potenzialità del libro come oggetto d’arte. In un periodo in cui il libro non è quindi più veicolo esclusivo di trasmissione dei testi, esso si libera di questa funzione per riappropriarsi della propria materialità”. Il libro è capace di ‘narrare storie’ attraverso i materiali, il colore, le forme, l’interpretazione personale delle assonanze o dissonanze degli elementi strutturali e compositivi.

Le opere in mostra, che potranno essere visionate fino al 7 dicembre, riescono, attraverso la varietà di materiali impiegati (dalla carta al tessuto, al legno, al fil di ferro), di forme e colori, a “narrare storie” che vengono colte con gli occhi e con le mani. Provenienti da tutta Italia, i libri sono stati selezionati da una prestigiosa giuria tra le numerose pervenute nella sede del Dars a seguito del bando di concorso “Come un racconto”, rivolto a giovani dai 18 ai 35 anni. Tra le opere in esposizione spicca “Le dimensioni della Legge” di Paolo Brasa (Bologna), un enorme cubo realizzato in carta pressata di Gazzette Ufficiali, che, si legge nelle motivazioni della giuria, “riesce a dare forma visiva a un sentire comune, quello del sovrapporsi a volte caotico delle leggi italiane.” Altre opere segnalate dalla giuria sono “Organic Diary”, realizzato in tessuto di cotone e feltro ricamati a mano, di Margherita Righini (Rimini), “Radici” (particolare struttura a forma di ventaglio in cartone vegetale dipinto) di Elena Mazzi (Verona), “Non Verso” di Cristiano Vettore (Venezia) e “The cage book” di Elena Guglielmotti (Cividale del Friuli, Udine). Di grande impatto anche gli interessanti lavori proposti dagli studenti del Liceo Artistico “G. Sello” di Udine, sezione curata dalla prof. Graziella Delli Zotti e intitolata “Libri Materici”, che presenta libri declinati in materiali di ogni genere, dal ferro al legno, dalla stoffa alla lamiera, ai chiodi. Nel pomeriggio è stata inoltre inaugurata, alla presenza del sindaco di Udine, Furio Honsell, alla Casa della Confraternita del Castello di Udine, l’esposizione “Sot-tovoce”, opere di Isabella Deganis, tempere e grafiche che documentano le fasi dell’apprezzato lavoro di questa artista, delicata e allusiva interprete di sentimenti ed attimi d’esperienza, la cui personalità si è imposta ben oltre il territorio nazionale. A disposizione gratuitamente per i visitatori, nelle sedi espositive delle mostre, un ampio catalogo, che raccoglie le immagini dei lavori selezionati e traccia i profili dei giovani artisti, con un’opportuna nota critica di Cristina Feresin. Nello stesso catalogo si trova la descrizione delle altre iniziative correlate alla Rassegna, dall’esposizione “Libri d’Artista anni settanta” curata da Cristina Burelli per la Biblioteca Civica “V. Joppi”, alla mostra “Sottovoce” dedicata alle opere di Isabella Deganis, all’incontro in biblioteca con l’artista e poeta Alberto Casiraghi, fondatore delle edizioni d’arte Pulcinoelefante, fino alle proiezioni Biblio Movies visione commentata di frammenti di film e al video del Liceo Artistico “G.Sello” illustrato dalla professoressa Graziella Delli Zotti.

Calendario dei prossimi eventi in programma

Giovedì 15 novembre, alle ore 18 a Palazzo Bartolini, sede della Biblioteca Civica “V.Joppi”, sarà inaugurata un’esposizione storica di grande interesse, dall’intento documentario, dedicata ai “Libri d’Artista anni settanta”, a cura di Cristina Burelli della Libreria Martincigh di Udine. Martedì 20 Novembre, alle ore 18, presso lo Spazio Bookshop del Cinema Visionario si terrà l’incontro Biblio Movies, visione commentata di frammenti di film che rappresentano e incarnano il libro, a cura del Centro Espressioni Cinematografiche, e, a seguire, sarà proposto un video/performance degli studenti del Liceo Artistico “G.Sello” illustrato dalla prof. Graziella Delli Zotti.

Mercoledì 21 novembre, alle ore 18, alla Sala Corgnali della Sezione Moderna della Biblioteca Civica Joppi, nell’ambito dei “Dialoghi in Biblioteca” e della mostra Libri d’Artista anni settanta, si svolgerà un incontro con il noto artista e poeta Alberto Casiraghi, ideatore delle Edizioni Pulcinoelefante e di una delle prime collane dedicate ai Libri d’Arte, che racconterà la propria esperienza artistica in colloquio con Helen Brunner e introdotto da Marina Giovannelli del DARS.

Macrolibrarsi.it un circuito per lettori senza limiti

 

Commenti

commenti

Autore dell'articolo: Redazione

Redazione
Impaginazione, revisione, scrittura e pubblicazione sono a cura della redazione che decide cosa pubblicare e cosa non pubblicare, secondo la linea editoriale tracciata dal direttore! Sede operativa redazione: via Angelo Antonio Minichiello, 83035 Grottaminarda (Avellino) info@culturaeculture.it - Tel. 0825 426543

Lascia un commento

 COPIA NEGLI APPUNTI