18 ottobre 2012
Redazione (4056 articles)
Share

TRIESTE, WEEKEND TRA SOGNO E REALTÀ

Marco Beasley

Trieste – Wunderkammer ritorna con due appuntamenti, venerdì 19 e sabato 20 ottobre 2012, che porteranno lo spettatore in mondi fantastici e al contempo reali. Domani alle ore 21 presso la Sala Bartoli del Politeama Rossetti sarà protagonista la voce incantata di Marco Beasley, uno degli interpreti più interessanti del panorama europeo. Si dedica infatti da anni all’approfondimento delle relazioni tra il teatro, la musica colta e quella di matrice popolare, collaborando con teatri ed istituzioni di fama mondiale. Porta a Trieste il suo nuovo spettacolo “Il racconto di Mezzanotte”, un recital cantato e parlato in cui la sua voce dal timbro unico e inconfondibile spazia da Vergine bella di Guillaume Dufay su testo di Petrarca a Lamentu a Ghjesu su testo di Roccu Mambrini, un poeta corso che recita a braccio. Dopo le fatiche del giorno, ci si riuniva intorno al focolare domestico per raccontare ed ascoltare storie. E queste storie, di amori vissuti, di morte, di ingiustizie o all’opposto di gioie, di soli che illuminano mondi lontani, “di dame, cavallier, d’armi e d’amori” – per citare l’Ariosto – hanno regalato mondi fantastici ma non per questo meno reali. Il racconto, la novella, è sempre stato parte fondamentale dell’immaginario dell’uomo e cibo per la propria mente. “Il racconto di Mezzanotte” propone questo elemento di intimità, di relazione con la parola: il canto diviene il suono di una narrazione, qualcosa di antico ma di ancora familiare.

Una voce sola, un monologo cantato e recitato al tramonto del giorno, in quel luogo del cuore dove tutto è mistero; un racconto di visioni, di emozioni senza tempo; storie dette, storie cantate a chi ricorda di essere stato bambino. Dalla musica antica agli antichi canti popolari; dalle esperienze del lavoro quotidiano che spesso non lascia spazio al pensiero, al bisogno di isolarsi per ricercare in sé stessi l’umanità del vivere. Una persona, una voce: un racconto breve, per invitare al sogno.

Luchtballon – Piazza Unità d’Italia

E non sarà meno onirico l’appuntamento di sabato 20 settembre con l’inaugurazione della mostra Foto-grafismi, i poetici foto-ritocchi dell’illustratrice olandese Maaike Putman presso l’anfiteatro del Magazzino delle Idee alle ore 18. Nell’ambito del Parco delle Idee, promosso dalla provincia di Trieste, chiude con questa esposizione, che proseguirà fino al 30 novembre 2012, e con successo la sezione Laboratori di Wunderkammer che ha visto coinvolte le associazioni Epicantica, Il canto delle Muse, ProjecTs, Gli Ammutinati, In pensiero e ColliVium. La mostra è stata realizzata dopo un soggiorno a Trieste dell’artista che ha potuto così fotografare la città trasformandola in uno scenario da fiaba grazie ai suoi ritocchi per trasportare il pubblico in un altro mondo ispirandosi alla città ma anche a Wunderkammer, e alla sua “stanza” ricca di tesori.

Redazione

Redazione

Impaginazione, revisione, scrittura e pubblicazione sono a cura della redazione che decide cosa pubblicare e cosa non pubblicare, secondo la linea editoriale tracciata dal direttore! Sede operativa redazione: via Angelo Antonio Minichiello, 83035 Grottaminarda (Avellino) info@culturaeculture.it - Tel. 0825 426543

Commenti

Ancora nessun commento. Puoi essere il primo a commentare!

Scrivi un commento

Solo gli utenti registrati possono commentare.