Senza Confini: Steve McCurry in mostra a Napoli

Senza confini: quanti ricordi e quanti significati in due semplici parole! Senza confini è per esempio il titolo di una canzone, con la quale Eramo e Passavanti nel 1998 si esibirono al Festival di Sanremo. Senza confini  è l’Amore nel film di Martin Campbell, ma Senza confini è soprattutto una mostra. Anzi, è la Mostra fotografica per antonomasia, perché in questi due termini, frutto di un accostamento appropriato, c’è il modo diretto e immediato con cui Steve McCurry – uno dei fotografi più noti del reportage internazionale – decodifica la realtà. Trent’anni di viaggi tra lo spazio e il tempo, tra conflitti e morte, in quegli angoli remoti della terra dove il fotografo ha trovato le tracce di un’umanità, forse, perduta, perché come affermava Pasolini sono proprio i diseredati a essere i portatori ultimi di un mondo che non c’è più.

Kabul, Afghanistan, 1993 © Steve McCurry
Kabul, Afghanistan, 1993
© Steve McCurry

La fotografia di Steve McCurry è in mostra a Napoli, presso il PAN. L’esposizione, che si aprirà il prossimo 27 ottobre, è un viaggio affascinante nel cuore di realtà lontane, dall’Afghanistan al Pakistan, dal Libano all’Arabia Saudita e al Giappone senza dimenticare la patria del fotografo, che fu colpita al cuore: l’immagine di New York e del crollo delle Torri Gemelle, l’11 settembre del 2001, ci invita ad andare oltre le apparenze. Dopo anni di guerre e disastri, ben documentati da McCurry, infatti, tutto finisce e ricomincia là, proprio nella Grande Mela.

Curata da Biba Giacchetti e promossa da Civita Mostre, in collaborazione con SudEst, la mostra di Napoli pone al centro non solo le fotografie più famose di Steve McCurry ma anche alcuni lavori inediti. L’esposizione, che si chiuderà il 13 febbraio 2017, è dunque un percorso affascinante e singolare dove il tempo sembra essersi fermato, perché – come disse Henri Cartier-Bresson – la Fotografia è il riconoscimento simultaneo, in una frazione di secondo, del significato di un evento. Il taglio del nastro è in programma il 27 ottobre alle 17, presso la Sala dei Baroni del Maschio Angioino, quando Steve McCurry e Roberto Cotroneo si confronteranno in un dibattito certamente avvincente. Per altre informazioni sulla mostra Senza Confini: www.mostrastevemccurry.it.

Commenti

commenti

Autore dell'articolo: Maria Ianniciello

Maria Ianniciello
Fondatrice di Cultura & Culture. Giornalista, iscritta all'Ordine dei giornalisti della Campania. Naturopata in formazione presso l'Istituto Riza. Laureata in lettere con il massimo dei voti (vecchio ordinamento) presso la Seconda Università di Roma, lavora a tempo pieno da diversi anni nel giornalismo. Ha lavorato con quotidiani e televisioni dell'Irpinia e del Sannio: Valtelesinanews, Buongiorno Irpinia, Telenostra e Ottopagine. Ha collaborato con Paolo Filippi per il programma "Cordialmente" e con Radio Sì di Bruxelles. Dal dicembre 2010 al dicembre 2011 ha diretto la rivista a vocazione territoriale XD Magazine, che esce nelle province di Avellino e Benevento. A dicembre 2010 è uscito il suo primo romanzo "Conflitti" Tra il 2012 e il 2013 escono i primi due quaderni della serie: Le interviste di Maria Ianniciello. Il direttore di Cultura & Culture intervista Aldo Masullo e il fratello di Salvo D'Acquisto, Alessandro. Da gennaio 2016 è naturopata in formazione presso l'Istituto Riza di Medicina Psicosomatica, presieduto da Raffaele Morelli. Su Cultura & Culture si occupa di benessere e naturopatia con un occhio sempre attento alla cultura. Pratica l'aromaterapia sia in gruppo che individualmente e fa consulti naturopatici.

Lascia un commento

 COPIA NEGLI APPUNTI