Roma, in mostra le fotografie di Domon Ken

Eventi in Breve – A distanza di 26 anni dalla morte e per la prima volta in Italia in mostra a Roma le fotografie di Domon Ken, attraverso le quali è possibile conoscere il meglio e il peggio del Giappone. Il meglio perché mediante i 150 scatti si possono carpire gli usi e i costumi di questo grande popolo. Il peggio perché tra queste immagini c’è anche il disastro di Hiroshima, al quale il grande fotografo dedicò parte della sua vita. Le fotografie di Domon Ken saranno esposte presso il Museo dell’Ara Pacis, dal 27 maggio prossimo.

Domon Ken Lucertola, Kōtō, Tokyo, 1955 - 457×560 - Ken Domon Museum of Photography
Domon Ken
Lucertola, Kōtō, Tokyo, 1955 – 457×560 – Ken Domon Museum of Photography

In questa mostra si potrà ammirare l’arte fotografica di Domon Ken che però è intrisa di realismo sociale. L’obiettivo della sua macchina fotografica non è tuttavia scevro da una soggettività quasi autobiografica, in quanto in ogni scatto si intravede lo sguardo del fotografo, con il quale riusciamo a conoscere la cultura giapponese dagli anni Venti agli anni Settanta del secolo scorso. Il percorso è suddiviso in aree tematiche e comprende anche la sezione Ritratti, nella quale saranno esposti i volti di importanti personalità del Giappone.

La mostra Domon ken. Il maestro del realismo giapponese rientra in una serie di eventi dedicati al Paese nipponico e che saranno organizzati per tutto il 2016, in occasione del 150esimo anniversario delle relazioni tra Italia e Giappone. I curatori della rassegna, che è organizzata da Zétema Progetto Cultura e MondoMostre Skira, sono il Maestrp Takeshi Fujmori e la docente Rossella Menegazzo. Tra gli Enti promotori figurano la Sovrintendenza per i Beni Culturali di Roma Capitale, la Japan Foundation e il Bunkacho. Sarà possibile visitare l’esposizione sino al 18 settembre 2016.

Commenti

commenti

Autore dell'articolo: Redazione

Redazione
Impaginazione, revisione, scrittura e pubblicazione sono a cura della redazione che decide cosa pubblicare e cosa non pubblicare, secondo la linea editoriale tracciata dal direttore! Sede operativa redazione: via Angelo Antonio Minichiello, 83035 Grottaminarda (Avellino) info@culturaeculture.it - Tel. 0825 426543

Lascia un commento

 COPIA NEGLI APPUNTI