Raccontami Etor: un concorso per i sogni dei bambini

etorUn viaggio oltre i confini del reale sulle ali della fantasia, un viaggio intorno ad un mondo pieno di colori luminosi e fluorescenti: questa dovrebbe essere l’infanzia. Troppo spesso, invece, è tutto tranne questo. “Raccontami Etor” è un concorso letterario, organizzato dall’Associazione “Il Fazzoletto di Perle” che, con il Patrocinio del Comitato Italiano per l’Unicef, chiama a raccolta tutti gli inventori di storie. Entro il 12 novembre sarà infatti possibile scrivere una storia breve, ovviamente inedita, che abbia trai personaggi Etor un bambino molto speciale, frutto del genio artistico di Totore Nilo pittore, writer e motiongrapher napoletano. Etor è l’alter ego fanciullesco dell’artista che, grazie al casco magico, riesce ad evadere ed isolarsi dai mali del mondo, conservando, così, la sua innocenza. Sarà proprio Totore Nilo ad illustrare la storia  vincitrice del concorso che nasce per sostenere il progetto Ibby Italia, per la costruzione di una biblioteca per bambini italiani e migranti sull’isola di Lampedusa.

Gli intenti del progetto sono, quindi, creare un luogo protetto che sia una sorta di piccola oasi della fantasia oltre a quello di realizzare un silent book della storia vincitrice per consentirne la fruibilità a tutti i bambini di qualsiasi provenienza geografica. La giuria sarà composta da personaggi di spicco, provenienti non solo dal mondo della pedagogia e della letteratura dell’infanzia, ma anche da artisti e musicisti come: Maurizio Capone (musicista), Tiziana Cristiani (Responsabile Nati per Leggere Campania),  Roberto Marchesini (fondatore della Scuola di Interazione Uomo Animale e del Centro Studi Filosofia Postumanista), Marina Rippa (specializzata in linguaggi non verbali, drammaturgia del corpo, formazione dell’attore e pedagogia),  Carmela Maietta ( giornalista e rappresentante dell’ Unicef) e una bambina di nome Marialuna.

 Il tema della migrazione è una questione assolutamente complessa e delicata ma, a prescindere da tutto e tutti, i bambini hanno e avranno sempre il diritto di vivere la propria innocenza e facilitarne la vita, in qualunque modo, deve essere una  priorità.

Regolamento del concorso e modulo di partecipazione sul sito www.etor.it

Commenti

commenti

Autore dell'articolo: Raffaella Sbrescia

Raffaella Sbrescia
Raffaella Sbrescia è una giornalista iscritta all'ordine dei Giornalisti della Campania dal 2010 e blogger per il blog musicale "Ritratti di note". Dopo la laurea triennale in Lingue, culture e letterature dell'Europa e delle Americhe ha conseguito la laurea magistrale in Lingue e Comunicazione Interculturale in Area Euromediterranea presso l'Università degli Studi di Napoli l'Orientale con il massimo dei voti. Da sempre interessata al mondo della musica, dell'antropologia, dei viaggi e della letteratura, per Cultura & Culture è responsabile della sezione eventi e spettacoli.

Lascia un commento

 COPIA NEGLI APPUNTI