QUESTO SONO IO, USAIN BOLT

La storia dell’uomo più veloce del mondo raccontata dalla sua viva voce. Usain Bolt, l’atleta più atteso alle Olimpiadi di Londra 2012, si racconta nell’autobiografia Questo sono io (Dalai Editore, 186 pag, 12,75 euro). Dalle partite a calcio e cricket sotto il caldo sole giamaicano alla scoperta che quel ragazzino smilzo poteva correre veloce, molto veloce. Dalla doppietta olimpica (100 e 200 metri) di Pechino 2008 agli incredibili, e apparentemente imbattibili, record del mondo nelle due specialità. Ma quella di Usain Bolt, l’uomo più atteso ai Giochi olimpici di Londra non è solo una storia sportiva: ci sono anche la sua famiglia, i suoi amici e le peculiarità della cultura giamaicana, ci sono gli alti e bassi tipici delle carriere di tutti gli atleti e l’impegno e i sacrifici necessari per rimanere al top. E poi le feste, il cibo-spazzatura, la musica dancehall e le auto veloci. Perché Usain Bolt non è solo un superman: è anche e soprattutto un ragazzo di venticinque anni che vuole vincere senza rinunciare a tutto ciò che rende divertente la vita dei suoi coetanei.

Usain St. Leo Bolt è nato a Trelawny, in Giamaica, il 21 agosto 1986. Detentore del titolo olimpico dei 100 e 200 metri, è primatista del mondo delle stesse specialità.

Commenti

commenti

Autore dell'articolo: Redazione

Redazione
Impaginazione, revisione, scrittura e pubblicazione sono a cura della redazione che decide cosa pubblicare e cosa non pubblicare, secondo la linea editoriale tracciata dal direttore! Sede operativa redazione: via Angelo Antonio Minichiello, 83035 Grottaminarda (Avellino) info@culturaeculture.it - Tel. 0825 426543

Lascia un commento

 COPIA NEGLI APPUNTI