Mostre, a Catania le atmosfere marine di Julio Larraz

2007 oil on canvas - 182.9x182.9cm - 72x72È un pittore estremamente poliedrico e per le sue opere attinge dalla realtà e la trasfigura in immagini non sempre semplici da decifrare. Si tratta di Julio Larraz, l’artista nato nel 1944 a Cuba e dall’8 marzo all’8 giugno protagonista della personale dal titolo “JULIO LARRAZ. Del mare, dell’aria e di altre storie”, in programma presso la Fondazione Puglisi Cosentino di Catania. Un’esposizione che è promossa dalla Fondazione Roma – Mediterraneo e organizzata da Civita Sicilia in collaborazione con la Galleria Contini di Venezia e Cortina d’Ampezzo.

L’ARTISTA – Nato settant’anni fa a L’Havana,  con i suoi dipinti Julio Larraz si è imposto all’attenzione della critica fin dall’inizio degli anni 70 grazie ai suoi dipinti in grado di evocare un mondo fatto di sensazioni, di atmosfere, a volte di gusto romantico. Un artista, Larraz, che nel corso della sua carriera ha proposto temi e soggetti sempre differenti, anche se riconducibili a cicli concettuali a lui particolarmente affini. Tra questi, per fare degli esempi, il tema della bellezza femminile, ma anche l’allegoria del potere, il cinema (a cui più volte ha rimandato attraverso citazioni), l’erotismo e, ovviamente, il mare, vera fonte di ispirazione per il pittore.

2011 oil on canvas - 152x198cm - 60x78in Una lunga carriera, che nel corso degli anni ha visto Larraz tornare più volte su soggetti affrontati in passato, ma resi attraverso uno sguardo che, a volte, può essere nuovo, diverso, più acuto, o anche nostalgico. Opere, le sue, che come afferma il Presidente della Fondazione Roma-Mediterraneo Emmanuele F. M. Emanuele sembrano talvolta realistiche, altre volte più oniriche e che mostrano chiaramente il forte legame con il mare. Un mare che non è il nostro Mediterraneo, bensì l’Oceano Atlantico e il Mar dei Caraibi,  simbolo di viaggio, immaginazione, mistero, ignoto.

LA MOSTRA – Sono un centinaio le opere che dall’8 marzo saranno ammirabili negli spazi della Fondazione Puglisi Cosentino. Un percorso espositivo che raccoglie lavori realizzati nell’arco di tempo che va dal 1975, tra cui “The Giant” e “Finisterre”, passa per gli anni Ottanta di “El padre de la Patria Nueva” e “Cushing Maine” e gli anni Novanta di “Hunter in the Snow” e “Cape Laplace”, e giunge, infine, ai giorni nostri, con una serie di dipinti realizzati dall’artista proprio in occasione della mostra catanese (come “Grandpa”, “I could have been a contender”, “Landing Party” e “A rendez vous with Homer”).

larraz1Scheda tecnica della mostra:

Dall’8 marzo all’8 giugno 2014

Macrolibrarsi.it un circuito per lettori senza limiti

Fondazione Puglisi Cosentino, via Vittorio Emanuele 122, Catania

Orari: tutti i giorni tranne il lunedì dalle 10 alle 13 e dalle 16 alle 20

Ingresso libero

Info: www.fondazionepuglisicosentino.it

Commenti

commenti

Autore dell'articolo: Valentina Sala

Valentina Sala
Giornalista pubblicista. Tra i suoi campi di interesse soprattutto viaggi e cultura. Dopo una laurea di primo livello in Scienze della Comunicazione consegue la specialistica in Editoria con il massimo dei voti e con una tesi sul rapporto tra letterati e città, ricostruendo la Parigi di Émile Zola e la Vienna di Joseph Roth. Collabora con più giornali e riviste e affianca alla professione giornalistica quella di insegnante di Psicologia della Comunicazione. Tra le sue passioni i romanzi capaci di raccontare un luogo e un’epoca, i film di François Truffaut, il buon cibo, le città europee e, soprattutto, il viaggio inteso come modo per scoprire e confrontarsi con realtà diverse.

Lascia un commento

 COPIA NEGLI APPUNTI