Mostre a Roma: tre eventi da non perdere

Mostre a Roma? Questa città, con il suo immenso patrimonio culturale, si presta a ogni genere di esposizione, anche grazie alla notevole mole di Istituzioni museali. Tra le mostre allestite a Roma nel 2016 e che potete visitare anche nel mese di agosto sicuramente non passa inosservato l’evento delle Scuderie del Quirinale. Qui, in pieno centro storico, gli amanti del Giappone e del Buddhismo potranno ammirare ventuno summe, per un totale di trentacinque pezzi. La mostra “Capolavori della scultura buddhista giapponese” è stata inaugurata il 29 luglio. Visitabile fino al 4 settembre, l’esposizione vi consentirà di intraprendere un viaggio spirituale dal periodo Asuka, tra il settimo e l’ottavo secolo, al periodo Kamukara, dal 1185 al 1333. Si tratta di opere lignee molto pregiate, difficilmente trasportabili e in Giappone sono quasi inaccessibili giacché nel Paese del Sol Levante esse si trovano in luoghi semioscuri, quali templi o santuari o in collezioni di grandi musei nazionali. La scultura lignea, per i giapponesi, è come l’arte occidentale di Michelangelo o Leonardo: è espressione di uno stile di vita e di una religiosità dal grande impatto emozionale. L’esposizione, che rientra in un calendario di rassegne ideato per il 2016 con l’obiettivo di rendere omaggio alla cultura giapponese, è curata dal professor Takeo Oku.

A Roma è ancora tempo d’oriente con la mostra “Capolavori dell’antica porcellana cinese dal Museo di Shanghai. X – XIX secolo d.C.”. Per visitare questa esposizione, avete tempo fino al 16 febbraio 2017. La location? Palazzo Venezia. Qui troverete settantaquattro porcellane, prodotte dal 960 d.C. al 1911. La Cina è la nazione della ceramica e mediante questi preziosi oggetti potrete apprezzare meglio la cultura e le tradizioni di un popolo antichissimo, ricco di storia, conoscendo così le varie dinastie che si sono succedute. La mostra, che è curata da Lu Minghua, Zhang Dong e Peng Tao, è stata organizzata da enti diversi grazie a un accordo di reciprocità sottoscritto per l’allestimento di mostre cinesi nel nostro Paese.

Sempre a Roma, tra le mostre che potete visitare in questo periodo, vi segnaliamo l’evento in onore di Lucio Dalla. Dopo cinque anni dalla morte del cantante bolognese, la capitale gli rende omaggio con una rassegna d’immagini e suoni. Il percorso, molto suggestivo, è al Vittoriano nella sala Zanardelli sino al 2 ottobre 2016. Fotografie scattate da talentuosi fotografi, quali Giovanni Canitano, Guido Harari, Fabio Lovino, Carlo Massarini, Fausto Ristori e Luciano Viti, e una colonna sonora vi guideranno in ricordi e suoni per rievocare il talento di un artista che, con le sue canzoni, ha reso (e rende) più belle ed emozionanti le nostre giornate. Inoltre potrete vedere il docu-film di Mario Stesti, dal titolo “Senza Lucio”. Insomma, a Roma le mostre non finiscono mai.

 

Commenti

commenti

Autore dell'articolo: Carla Cesinali

Carla Cesinali
Carla Cesinali su Cultura & Culture si occupa di politica, di spettacoli, di arte.

Lascia un commento

 COPIA NEGLI APPUNTI