Milano, restaurate le sculture di Pietro Consagna

Sculture_Mercanti 8725 copia
credit Ufficio fotografico Comune di Milano

Dopo un restauro durato circa due mesi, le sculture di Pietro Consagra “Giallo Mori” e “Nembro Rosato” tornano a essere ammirate nel cuore di Milano, proprio alla fine di via Dei Mercanti verso piazza Duomo.

Le due opere, realizzate nel 1977 e donate al Comune di Milano dallo stesso Consagra, prendono il nome dai marmi in cui sono realizzate e sono state oggetto di un attento intervento di restauro, necessario sia per ripulire i marmi, le cui sfumature di colore conferiscono unicità alle sculture, che per ripristinare alcune parti danneggiate.

Sculture_Mercanti 8726 copia
credit Ufficio fotografico Comune di Milano

A commentare il lavoro è stato l’assessore al Verde e Arredo urbano del Comune di Milano, Chiara Bisconti, la quale ha evidenziato come «Milano abbia l’onore di ospitare opere e sculture di
pregio inestimabile. Un vero e proprio patrimonio culturale a cielo aperto che si svela nelle piazze e nei parchi cittadini e che annovera anche le due statue di Consagra. Il loro restauro, realizzato grazie alla generosa donazione di un privato, ci ha permesso – ha concluso – di restituire alla città esempi di grande espressione artistica, valorizzando ulteriormente il centro storico di Milano».

Pietro Consagra (1920-2005) è un artista che ha operato sulla scena internazionale dal 1949, che ha partecipato assiduamente alle Biennali di Venezia e vinto il Premio per la Scultura nel 1960. Le sue opere sono conservate in musei internazionali tra cui il Museum of Modern Art di New York, la National Gallery di Washington, l’Ermitage di San Pietroburgo, la Galleria Nazionale d’Arte Moderna di Roma, il Musée d’Art Moderne Centre Georges Pompidou di Parigi, il Museo Nacional de Bellas Artes di Buenos Aires.

Commenti

commenti

Autore dell'articolo: Redazione

Redazione
Impaginazione, revisione, scrittura e pubblicazione sono a cura della redazione che decide cosa pubblicare e cosa non pubblicare, secondo la linea editoriale tracciata dal direttore! Sede operativa redazione: via Angelo Antonio Minichiello, 83035 Grottaminarda (Avellino) info@culturaeculture.it - Tel. 0825 426543

Lascia un commento

 COPIA NEGLI APPUNTI