Milano: grandi mostre in vista di Expo 2015

ChagallGustav Klimt, Marc Chagall e Vincent Van Gogh. E poi ancora Giotto, Leonardo da Vinci e Bernardino Luini, senza tralasciare altri grandi nomi come Giovanni Segantini, Alberto Giacometti, Piero Manzoni e Lucio Fontana. Milano inizia a prepararsi all’Expo del prossimo anno e per farlo investe nella cultura. È stato presentato da poco, infatti, il programma di mostre che accompagnerà la città per tutto il 2014 e per il 2015: un susseguirsi di nomi di punta che condurranno la metropoli lombarda verso l’evento più atteso, la grande esposizione. Saranno tre, nello specifico, i principali filoni tematici che caratterizzeranno questi due anni e che stando alle dichiarazioni dell’assessore alla Cultura del Comune di Milano, Filippo Del Corno, saranno fortemente connessi alla città com’è oggi e alla sua storia.

van goghSi partirà, quindi, con la “Primavera di Milano”, un contenitore di iniziative dedicate a quegli artisti «che hanno reso grande – spiega l’assessore – la nostra città grazie al loro contributo in termini di creatività e di crescita artistica e culturale». Tra loro spiccano, ovviamente, nomi come quello di Piero Manzoni, di Bernardino Luini o e di Bruno Munari. Seguirà, poi, l’autunno, quando in concomitanza con il tanto dibattuto semestre italiano di presidenza dell’Unione Europea Milano darà il via a un nuovo filone tematico: si tratta di “Milano cuore d’Europa”, una serie di tributi ad artisti che hanno saputo farsi portavoce della molteplice identità europea. Terzo e ultimo filone, infine, quello completamente dedicato alla grande esposizione e intitolato “Expo in città 2015”, un palinsesto culturale che stando alle indiscrezioni dovrebbe proporre esposizioni destinate al pubblico internazionale e animare la città durante i sei mesi di Expo.

klimtANTICIPAZIONI SULLE MOSTRE – Tra le esposizioni più importanti che si terranno a Milano a partire dal prossimo mese, segnaliamo innanzitutto la mostra “Klimt. Alle origini di un mito”, che sarà inaugurata presso Palazzo Reale il 12 marzo e sarà visitabile sino al 13 luglio 2014. Realizzata in collaborazione con il Museo Belvedere di Vienna e curata da Alfred Weidinger, l’esposizione raccoglierà a Milano alcune delle più note opere del pittore della Secessione, tra cui anche Adamo ed Eva e Giuditta II. Si aprirà sempre a marzo anche la mostra “PIERO MANZONI 1933-1963” (dal 26 marzo al 2 giugno 2014, Palazzo Reale) , mentre bisognerà aspettare aprile per “BERNARDINO LUINI E I SUOI FIGLI”. In programma per settembre, poi, altri grandi nomi, tra cui Segantini in “Segantini. Il ritorno a Milano” (dal 18 settembre 2014 al 18 gennaio 2015) e Chagall in “MARC CHAGALL. UNA RETROSPETTIVA 1908-1985”, prima grande mostra dedicata al pittore russo. A ottobre sarà la volta, poi, di “Van Gogh. L’uomo, la terra, il lavoro”, sempre a Palazzo Reale, di “Lucio Fontana e Yves Klein”, al Museo del Novecento, e di Alberto Giacometti, alla Galleria d’Arte Moderna.

L’intero programma degli eventi è disponibile sul sito del Comune di Milano

 

Commenti

commenti

Macrolibrarsi.it un circuito per lettori senza limiti

Autore dell'articolo: Valentina Sala

Valentina Sala
Giornalista pubblicista. Tra i suoi campi di interesse soprattutto viaggi e cultura. Dopo una laurea di primo livello in Scienze della Comunicazione consegue la specialistica in Editoria con il massimo dei voti e con una tesi sul rapporto tra letterati e città, ricostruendo la Parigi di Émile Zola e la Vienna di Joseph Roth. Collabora con più giornali e riviste e affianca alla professione giornalistica quella di insegnante di Psicologia della Comunicazione. Tra le sue passioni i romanzi capaci di raccontare un luogo e un’epoca, i film di François Truffaut, il buon cibo, le città europee e, soprattutto, il viaggio inteso come modo per scoprire e confrontarsi con realtà diverse.

Lascia un commento

 COPIA NEGLI APPUNTI