Milano, alla Trinnale le icone del design italiano

0282_Serie Spazio
BBPR, Lodovico Barbiano di Belgiojoso, Enrico Peressutti, Ernesto Nathan Rogers. Scrivania, Serie Spazio, Olivetti, 1957.

 

0278_Lexikon80
Marcello Nizzoli, Giuseppe Beccio. Macchina da scrivere, Lexikon 80, Olivetti, 1945.

Ci sono oggetti che non tramontano mai. Oggetti che restano nell’immaginario collettivo, diventando così dei classici. Immaginiamo, per esempio, una macchina da scrivere del 1945. Quali ricordi ci evoca?

Immagini certamente tramandate, magari create dalla nostra mente grazie al Cinema o alla Letteratura. Di decennio in decennio il Design italiano si è arricchito di nuove icone, ma quali sono quelle cose che, più di tutte, sono diventate esse stesse Storia? Ce lo dice la mostra “Icone del design italiano”, allestita dal 4 aprile 2014 al 22 febbraio 2015 presso il CreativeSet del Triennale Design Museum di Milano e curata dal direttore, Silvana Annicchiarico. Il percorso comprende alcune icone della collezione permanente del museo, poste al centro della sala; in particolare si tratta di cinque icone e di una super icona, selezionate ogni mese, fino a febbraio 2015, da alcuni dei maggiori esperti del settore, quali Enzo Mari, Cini Boeri, Mario Bellini, Andrea Branzi, Nanda Vigo, Alessandro Mendini, Ugo La Pietra, Michele De Lucchi, Gaetano Pesce e Antonio Citterio. E` possibile visitare “Icone del Design Italiano” dal martedì alla domenica, dalle 10.30 alle 20.30 e il giovedì dalle 10.30 alle 23.

Per info: www.triennale.org

Commenti

commenti

Autore dell'articolo: Maria Ianniciello

Maria Ianniciello
Fondatrice di Cultura & Culture. Giornalista, iscritta all'Ordine dei giornalisti della Campania. Naturopata in formazione presso l'Istituto Riza. Laureata in lettere con il massimo dei voti (vecchio ordinamento) presso la Seconda Università di Roma, lavora a tempo pieno da diversi anni nel giornalismo. Ha lavorato con quotidiani e televisioni dell'Irpinia e del Sannio: Valtelesinanews, Buongiorno Irpinia, Telenostra e Ottopagine. Ha collaborato con Paolo Filippi per il programma "Cordialmente" e con Radio Sì di Bruxelles. Dal dicembre 2010 al dicembre 2011 ha diretto la rivista a vocazione territoriale XD Magazine, che esce nelle province di Avellino e Benevento. A dicembre 2010 è uscito il suo primo romanzo "Conflitti" Tra il 2012 e il 2013 escono i primi due quaderni della serie: Le interviste di Maria Ianniciello. Il direttore di Cultura & Culture intervista Aldo Masullo e il fratello di Salvo D'Acquisto, Alessandro. Da gennaio 2016 è naturopata in formazione presso l'Istituto Riza di Medicina Psicosomatica, presieduto da Raffaele Morelli. Su Cultura & Culture si occupa di benessere e naturopatia con un occhio sempre attento alla cultura. Pratica l'aromaterapia sia in gruppo che individualmente e fa consulti naturopatici.

Lascia un commento

 COPIA NEGLI APPUNTI