Andrea Camilleri in libreria con “La creatura del desiderio”

La creatura del desiderio CamilleriLa finzione si interseca con la realtà fino a sostituirla nel nuovo romanzo del maestro del giallo più letto in Italia e non solo. Andrea Camilleri è tornato in libreria, dopo aver scalato tutte le classifiche con un altro libro, “Un covo di vipere”. Il nuovo romanzo, che si intitola “La creatura del desiderio” ed è edito da Skira, è una storia di amore e gelosia. Siamo a Vienna. L’anno è il 1912. Il pittore Oskar Kokoschka incontra Alma, la vedova del noto compositore Mahler, una donna bellissima. Tra i due nasce una morbosa passione e il desiderio di Oskar si tramuta ben presto in una gelosia che fa rima con follia. Ma proprio grazie alla struggente possessività il pittore realizza una dei suoi dipinti più belli che intitola “La sposa del vento“.  Alma, già irrequieta di suo e stremata dalla folle gelosia del suo amante, stronca la relazione e Oskar decide di andare incontro a un’altra guerra, questa volta reale, tangibile. L’Europa è sconvolta da primo conflitto mondiale, le cui atrocità non fanno però dimenticare al pittore l’amore per Alma, tanto che quando ritorna in patria si fa confezionare una bambola con le fattezze dell’amata.

Lo scrittore siciliano, dunque, ci regala un altro romanzo appassionato e appassionante, che come sempre si tinge di giallo in un epilogo sconvolgente. Il creatore di Montalbano ha già pubblicato diversi libri con Skira; tra gli ultimi “Dentro il labirinto” (2012), in cui Camilleri racconta la storia del critico Edoardo Persico, morto in circostanze misteriose.

Commenti

commenti

Autore dell'articolo: Carla Cesinali

Carla Cesinali
Carla Cesinali su Cultura & Culture si occupa di politica, di spettacoli, di arte.

Lascia un commento

 COPIA NEGLI APPUNTI