14 novembre 2012
Redazione (4050 articles)
Share

LAURA ZENI… CHE MERAVIGLIA!

opera Laura Zeni

La personale di “Laura Zeni… che Meraviglia!” a cura di Fortunato D’Amico, in mostra dal 22 novembre al 13 dicembre presso la Sala Colonne della Banca Intermobiliare a Milano, presenta trenta opere significative dell’ultimo biennio, create dal 2010 al 2012. Nella rassegna si ammirano opere su carta in bianco e nero e a colori, lavori in tecnica mista, oltre a stampe su tela, rappresentativi del suo originale percorso artistico iniziato negli anni ‘80. Creazioni originali, come segnalano i profili delle teste, disegnati per contenere codici, icone, parole, e quant’altro possa servire ad individuare una condizione della mente in determinati momenti della giornata o della vita. Opere che messe insieme costituiscono un universo equilibrato, in cui ognuno può ritrovare la propria forma-pensiero e riconoscere tempestivamente, le teste equilibratrici da esaminare rispetto alle proprie prerogative. Fortunato D’Amico commenta: «Assolutamente un gioco, ma anche una filosofia, per imparare a stabilire un contatto tra il mondo interiore e quello esterno, inducendo riflessioni sulla propria condizione e la possibilità di elevarla in una dimensione di profonda serenità. I quadri di Laura Zeni funzionano come i Fiori di Bach, hanno un carattere preventivo e raggiungono gli effetti desiderati senza conseguenze collaterali» La poetica delle sue opere si muove nella concretezza delle speculazioni della mente e degli effetti reali provocati sulle persone, sanando gli squilibri, per ricondurre lo spettatore a uno stato di costante positività. A tale proposito l’artista afferma: «Il mondo è meraviglioso, e dobbiamo viverlo come tale, ricordandoci che è nell’impostazione del pensiero, e delle sue finalità, la capacità di sviluppare l’osservazione dei vuoti che abbiamo tralasciato nella fretta di rincorrere la modernità». Le opere realizzate da Laura Zeni, ma anche le sue sculture, i fiori, i libri e gli altri oggetti che costituiscono parte del suo mondo creativo, sono materiali sensibili, utili a provocare cambiamenti e trasformazioni positive, navigando nella turbolenza dei pensieri. Nascono con questa condizione ed è proprio lei, l’autrice, a sperimentarne per prima gli effetti durante la loro esecuzione. Laura Zeni, attraverso la sua espressione artistica, propone la riscoperta delle cose di tutti i giorni indossando un altro abito mentale; la vera ricchezza interiore può essere raggiunta da chi viaggia lontano restando vicino. Meditando e osservando tra i profili di queste teste, create per essere dei mantra che si muovono tra gli spazi e i vuoti durante la giornata, potremmo raggiungere luoghi luminosi e inaspettati ed improvvisamente esclamare: che Meraviglia!

Note biografiche

Laura Zeni nasce a Milano nel 1962. Frequenta l’Accademia di Brera sotto la guida di Saverio Terruso e Raffaele De Grada. Terminati gli studi, lavora per un breve periodo alla De Agostini e presso alcune aziende come disegnatrice. Dagli anni ’80 a oggi, partecipa a diverse mostre di pittura e fiere in varie città quali Milano, Lodi, Pompei, Amalfi e Venezia. Parallelamente alle opere pittoriche, Laura Zeni negli anni ’90, inizia a creare libri d’artista, gioielli e complementi d’arredo. Nel gennaio 2007 partecipa, ospite del gruppo di RistorArte, al Macef dove viene conosciuta e apprezzata per l’originalità delle sue creazioni. Con il team di RistorArte realizza, inoltre, nell’ottobre 2007 il libro d’artista dal titolo “Il mondo di Will”, presentato a Milano. In aprile 2008 è al Fuori Salone del Mobile” con Jannelli & Volpi, con cui instaura una splendida collaborazione tuttora in corso. Nel 2010 esce per Italia Press Edizioni il libro “Un cuore a quattro zampe” con prefazione di Tiziana Maiolo, presentato al Circolo della Stampa. A settembre 2012 in occasione della fiera White inaugura la personale “Laura Zeni. Illuminazioni” a cura di Fortunato D’Amico, alla MyOwnGallery di Superstudiopiù a Milano, con un esaustivo catalogo Skira.

Tags Arte
Redazione

Redazione

Impaginazione, revisione, scrittura e pubblicazione sono a cura della redazione che decide cosa pubblicare e cosa non pubblicare, secondo la linea editoriale tracciata dal direttore! Sede operativa redazione: via Angelo Antonio Minichiello, 83035 Grottaminarda (Avellino) info@culturaeculture.it - Tel. 0825 426543

Commenti

Ancora nessun commento. Puoi essere il primo a commentare!

Scrivi un commento

Solo gli utenti registrati possono commentare.