La posta del cuore di Marco Cavani, in libreria dal 30 aprile 2012

A volte le persone da un evento negativo, come la fine di un amore o un lutto, riescono a trarne tutta la positività, tanto che quel fatto, che addolora, si trasforma in qualcos’altro che riesce a dare gioia, gratificazione. E’ quello che è accaduto a Cavani, non il calciatore s’intende, ma Marco Cavani, un architetto mollato dalla sua fidanzata storica. Marco comincia così ad esprimere il suo dolore scrivendo ad una donna che però è un personaggio pubblico. Cavani racconta infatti se stesso a “Questione di cuore” , la rubrica che Natalia Aspesi tiene su “Il Venerdì”, supplemento del quotidiano La Repubblica. Comincia così una fitta corrispondenza, durante la quale Marco cambia più volte identità raccontando non solo la sua storia ma anche quella dei suoi amici. E adesso Marco Cavani ha pensato bene di scriverne un libro, in cui narra queste vicissitudini. Il testo, che è un romanzo autobiografico ironico e divertente, si intitola “La posta del cuore” ed uscirà il 30 aprile per Mondadori. La prefazione è della donna che ha cambiato la sua vita: Natalia Aspesi. 

23 aprile 2012 ore 16.33

Commenti

commenti

Autore dell'articolo: Maria Ianniciello

Maria Ianniciello
Mi chiamo Maria Ianniciello (o meglio Maria Carmela Ianniciello). Carmela spesso lo perdo per strada. Ho una laurea in Lettere e sono giornalista dal 2007 (sono iscritta nell'elenco dei pubblicisti). Dopo una lunga gavetta giornalistica in televisioni e giornali irpini sia online che affline, curo dal 2008 il portale www.culturaeculture.it, da me fondato. In Cultura & Culture dal 2012 al 2018 ho coordinato redattori da ogni angolo d'Italia e mi sono occupata di cinema, libri, lifesyle, attulità e benessere. E` stata una grande esprienza umana e professionale. Poi una piccola pausa e la ripresa delle pubblicazioni il 19 agosto 2019. A gennaio 2016 mi sono iscritta alla Scuola di Naturopatia dell'Istituto Riza di Medicina Psicosomatica diplomandomi nel dicembre 2018. Da aprile a giugno ho frequentato il Master in Psicosomatica sempre presso l'Istituto Riza. Nel frattempo ho avuto un bambino di nome Emanuele. Sono sposata con Carmine e amo la mia famiglia per la quale farei follie. Come farei follie per questo lavoro (il giornalismo intendo) che adoro. La Scuola di Naturopatia mi ha permesso di ritrovare me stessa, i miei tempi, la mia vita. Mi ha fatto scoprire il dono della maternità e della femminilità. Oggi sono una persona più completa e più equilibrata. Ma sempre in costante evoluzione. Oggi mi dedico come giornalista ai libri e al cinema in Cultura & Culture e sul mio canale YouTube (Marica Movie and Books). Curo la rubrica Bimbi al cinema sul blog Ricomincio da quattro di Adriana Fusè.

Lascia un commento

 COPIA NEGLI APPUNTI