IMPARARE A DECIDERE MEGLIO: CERVELLO E TRAPPOLE MENTALI

Matteo Motterlini

Nelle decisioni di tutti i giorni spesso ci inganniamo. Un po’ come Charlie Brown che rimane confuso e interdetto quando incontra la ragazzina dai capelli rossi, anche la nostra testa è spesso “calda e stupida”. Quando si tratta di risparmiare, spendere e investire non siamo quei razionali e  fulminei calcolatori di “utilità” che popolano i modelli matematici dei libri di economia. Anzi, il particolare computer che ci portiamo a spasso tra le orecchie ha un processore molto lento, poca memoria e più bachi di quanto siamo disposti ad ammettere. Come se non bastasse, nella vita quotidiana gioia, paura, rabbia, gelosia, invidia, disgusto, e molti altri sentimenti che condizionano le nostre decisioni in modo ben poco “calcolato”. Alcuni degli errori che commettiamo sono la regola e non l’eccezione. Sono ostinati  e insidiosi, e ci portano, proprio come le illusioni ottiche, a credere vere delle impressioni false. Sia le illusioni visive sia quelle cognitive sono indotte da processi automatici e spontanei attraverso i quali filtriamo la realtà in maniera rapida e intuitiva, ma anche  approssimativa e fuorviante. Per studiare le nostre decisioni come il prodotto di un’incessante negoziazione tra processi “automatici” e processi “controllati”, tra “affetti” e “cognizione” e dal gioco di sinapsi delle aree cerebrali corrispondenti è una nuova disciplina, la neuroeconomia, che mira precisamente a fornire una teoria delle nostre scelte economiche a partire da ciò che sappiamo sul funzionamento del cervello.

Lunedì 22 ottobre 2012 alle ore 20.30 presso la Sala convegni di Confindustria Como, Matteo Motterlini terrà un incontro dal titolo Come imparare a decidere meglio: cervello e trappole mentali, in cui spiegherà il modo e le ragioni per cui tendiamo a essere sistematicamente irrazionali. Introduce l’incontro Francesco Verga. Interventi di Alfredo Tomasetta ed Enrico Marro.

Matteo Motterlini è Professore Ordinario di Logica e Filosofia della Scienza all’Università San Raffaele di Milano, dove insegna Economia cognitiva e Neuroeconomia. Attualmente visiting professor alla UCLA. Ha studiato filosofia, economia e scienze cognitive rispettivamente a Milano, Londra e Pittsburgh, dove è stato Visiting Professor of Social and Decision Sciences alla Carnegie Mellon University. Direttore del CRESA – Centro di Ricerca di Epistemologia Sperimentale e Applicata, Università Vita-Salute San Raffaele (UniSR), Membro del Cognitive Neuroscience Center, UniSRe Membro della Division of Neuroscience, UniSR. Già Visting Associate Professor at the Department of Social and Decision Sciences, Carnegie Mellon University, Pittsburgh, USA (2002-2003), Scientific Advisor di MilanLab (AC Milan spa) (2004 – 2010) fondatore e direttore di Anima FinLab – Centro ricerche e studi di finanza comportamentale di Anima Sgrpa (2006-2008) e membro del Comitato scientifico di Banca Mediolanum (2007-2009). Attuamente responsabile del progetto sulla finanza comportamentale per Schroders Italia spa. Collaboratore del CorrierEconomia (Corriere della Sera) e del Sole24Ore.

Commenti

commenti

Autore dell'articolo: Redazione

Redazione
Impaginazione, revisione, scrittura e pubblicazione sono a cura della redazione che decide cosa pubblicare e cosa non pubblicare, secondo la linea editoriale tracciata dal direttore! Sede operativa redazione: via Angelo Antonio Minichiello, 83035 Grottaminarda (Avellino) info@culturaeculture.it - Tel. 0825 426543

Lascia un commento

 COPIA NEGLI APPUNTI