Il Maggio dei libri 2012. Leggere fa crescere

I libri sbocciano in maggio. Perché se in questo mese la natura si risveglia, lo stesso capita alla voglia di leggere. Leggere fa crescere: è questo lo spirito de  Il Maggio dei libri, la grande campagna nazionale che inizia il 23 aprile 2012,  in coincidenza con la Giornata mondiale del libro e del diritto d’autore promossa dall’UNESCO, e culmina il 23 maggio con la Festa del libro.
Promossa dal Centro per il Libro e la Lettura del Ministero dei Beni Culturali con il sostegno dell’AIE-Associazione Italiana Editori, in collaborazione con partner istituzionali (Presidenza del Consiglio dei Ministri,Conferenza delle Regioni e delle Province Autonome, Unione delle Province d’Italia, Associazione Nazionale Comuni Italiani) e con i soggetti storicamente legati al mondo dei libri e della lettura (Associazione Librai Italiani, Associazione Italiana Biblioteche), l’edizione 2012 si svolge sotto l’Alto Patronato del Presidente della Repubblica  e con il patrocinio della Commissione Nazionale Italiana per l’Unesco.
Lo scopo della campagna è quello di portare il libro fra la gente, distribuirlo e farlo conoscere arricchendolo di un forte valore sociale e affettivo. E favorire così l’abitudine alla lettura: dalle grandi città ai piccoli centri, regioni, province, comuni, scuole, biblioteche, associazioni culturali, case editrici, librerie, circoli di lettori, promuovono iniziative per intercettare anche persone che di solito non leggono. Il libro come amico, compagno di viaggio, amante.  


Straordinarie la varietà e la fantasia delle iniziative organizzate spontaneamente dagli enti aderenti e registrate sul sito della campagna www.ilmaggiodeilibri.it . Il Maggio dei libri si sviluppa in luoghi “dedicati” comebiblioteche, librerie, scuole, ma anche nelle strade, nelle piazze, nei parchi cittadini, nelle carceri, negli ospedali, sugli autobus. Quest’anno, in particolare, anche in luoghi insoliti come i supermercati e gli ipermercati dell’Unicoop Tirreno, i treni Frecciarossa e le piccole stazioni ferroviarie. Ovunque si possa aprire un libro, c’è spazio per la lettura. Chiunque ami i libri, può essere promotore e testimonial, organizzando gli eventi o partecipandovi e contribuendo così a diffondere l’idea della campagna: autori e lettori, editori e librai, istituzioni e associazioni, radio e giornali, appassionati e curiosi, tutti insieme.
Come ogni campagna che si rispetti, anche Il Maggio dei libri ha i suoi slogan, le sue suggestioni. In particolare, un’idea forte: Leggere fa crescere. Ma uno slogan non basta a esprimere il piacere e il valore della lettura, così è nata l’esigenza di suggerire varie interpretazioni nei visual collegati alla campagna. La prima propone un libro aperto che lascia cadere un nastrino rosso annodato, un segnalibro che allude a una corda con la quale “evadere” e soprattutto allude al piacere che si prova leggendo un libro che ti prende e ti porta via. L’immagine è accompagnata dal claim Fuggiamo insieme. A questa si affiancano altre tre proposte di visual ispirati ad altri tre temi conduttori, il viaggio, l’amore, il cibo: ciascuno può adottare quella più aderente alle proprie esigenze. A disposizione di chi aderisce alla campagna ci sono infatti diversi soggetti, a libera scelta: una valigia rossa accompagnata dal claim Se ami viaggiare, un cielo cosparso di cuoricini di carta con il claim Amore a primo libro, un dolce aperto su una pagina dei Promessi sposi con il claim Abbuffatevi. Un invito, insomma, a moltiplicare le modalità con le quali partecipare alla grande campagna sulla lettura. Tanti slogan, insomma, anche per sottolineare il modello aperto di una campagna che quest’anno più che mai naviga on line e si rivolge alla scuola e aigiovani, a sottolineare l’importanza formativa della lettura e la necessità di trasmetterne l’abitudine tra le nuove generazioni. Uno spazio importante è infatti riservato al Web, laboratorio sempre più vivace, innovativo e dinamico dove crescono i lettori di domani, tra ebook e social network. A questo proposito, la campagna garantisce una forte presenza online, in particolare su Facebook.


Gli eventi



Un gruppo di lettura organizzato nel carcere di Sollicciano, alla periferia sud-ovest di Firenze. Ragazzi del ginnasio che leggono (e mimano) un libro per i loro compagni delle elementari a Fontanelle di Atri, in provincia di Teramo. La celebrazione degli antichi dialetti locali nella provincia di Gorizia e la presentazione di moderni booktrailer, prodotti dagli studenti del Liceo Calini di Brescia. E poi un focus sul Kamishibai, il tradizionale “teatro di carta” giapponese; giornate dedicate al bookcrossing e a stravaganti letture “in bicicletta”; flash mob in varie città, concorsi letterari, ascolti guidati, incroci con cinema e fotografia, laboratori di scrittura creativa e lettura espressiva, corsi di formazione editoriale, sedute di biblioterapia, mostre-mercato e banchetti di bouquinistes.
Alle centinaia di iniziative organizzate in modo spontaneo dalle numerose realtà aderenti alla campagna, si aggiungono quelle realizzate direttamente dal Centro per il libro e la lettura e dai suoi partner. A partire dall’inaugurazione della mostra 1861-2011, L’Italia dei libri. La storia di un paese fra le pagine, che lunedì 23 aprile, in concomitanza con la Giornata mondiale del libro e del diritto d’autore, apre ufficialmente Il Maggio dei libri (ore 16, Archivio di Stato di Roma) e porta il Salone del Libro di Torino, dal quale la mostra era partita, tra i partner ufficiali dell’intera campagna.
Il 26 aprile inizia invece il viaggio della Valigia dei libriche nasce con l’obiettivo di favorire il coinvolgimento dei bambini, dei ragazzi, degli insegnanti e dei genitori, recuperando il libro e la lettura come strumenti di comunicazione essenziali per stimolare tanto il percorso di crescita personale quanto il dialogo e i rapporti sociali all’interno di una comunità. Ambasciatori di questo messaggio e protagonisti di workshop e letture saranno sei giovani autori: gli illustratori Brunella Baldi e Francesco Chiacchio (che incontreranno i bambini delle scuole elementari) e gli scrittori Nadia Terranova (scuole medie), Igiaba Scego, Mario Desiati e Gianluca Morozzi(scuole superiori).
Sviluppato in partnership con repubblica.it, il progetto La valigia dei libri raggiungerà 27 istituti, 170 classi, 4250 studenti e 600 insegnanti, ma non si limita a varcare la soglia delle scuole, entrando anche in carceri minorili, reparti ospedalieri per l’infanzia, società di calcio giovanile.
Il calendario e le città coinvolte: 26/27 aprile: Milano; 2 maggio: Genova; 3/4 maggio: Parma; 7 maggio: Roma; 8 maggio: L’Aquila; 15 maggio: Firenze; 18 maggio. Bari; 21 maggio: Palermo; 22 maggio: Napoli.
L’Associazione Italiana Editori, prendendo spunto dall’idea che Leggere fa crescere, si è concentrata in particolare sulla promozione della lettura tra i giovani, con è-book e Amo chi legge. Concorso nato per stimolare la fantasia degli studenti universitari e fotografare il rapporto tra studio, lettura e nuove tecnologie, è-book invita gli studenti a inventare lo slogan di una collana di e-book universitari. L’iniziativa si conclude il 23 aprile, in concomitanza con l’apertura di Il Maggio dei libri, e culmina nella premiazione del 23 maggio, alle ore 11.30 nell’Aula magna di Architettura dell’Università “La Sapienza” di Roma (sede di Piazza Borghese, 9), in cui sarà presentata, grazie anche a un questionario compilato dai partecipanti, una fotografia puntuale sul rapporto tra giovani, tecnologie, studio universitario e lettura. Sempre sul 23 maggio si concentrerà Amo chi legge, la grande festa della lettura per bimbi e ragazzi che animerà le librerie di tutta Italia con incontri, laboratori e sorprese a chi acquisterà un libro. Tutti i dettagli di queste due iniziative sono sul sito www.aie.it .
L’Associazione Librai Italiani organizza invece una caccia al libro che coinvolge le librerie in diverse città d’Italia.
La giornata conclusiva di Il Maggio dei libri sarà caratterizzata da molte altre manifestazioni a tema letterario, che saranno presentate puntualmente sul sito ufficiale della campagna, www.ilmaggiodeilibri.it , e sulla pagina Facebook/ilmaggiodeilibri.



21 aprile 2012 ore 19.15

Commenti

commenti

Autore dell'articolo: Redazione

Redazione
Impaginazione, revisione, scrittura e pubblicazione sono a cura della redazione che decide cosa pubblicare e cosa non pubblicare, secondo la linea editoriale tracciata dal direttore! Sede operativa redazione: via Angelo Antonio Minichiello, 83035 Grottaminarda (Avellino) info@culturaeculture.it - Tel. 0825 426543

Lascia un commento

 COPIA NEGLI APPUNTI