24 aprile 2012
Redazione (4050 articles)
Share

Gorizia, grande attesa per èStoria2012

E’ dedicata ai “Profeti” d’ogni periodo storico così come del nostro tempo, e si dipanerà fra incontri, dialoghi, lezioni magistrali, spettacoli, colazioni con la storia ed escursioni a bordo di èStoriabus, la VIII edizione di èStoria – Festival internazionale della storia in programma a Gorizia da venerdì 18 a domenica 20 maggio 2012, con un emozionante prologo musicale e inaugurale nella serata di giovedì 17. E quest’anno il Premio Friulandria Il Romanzo della storia  andrà a Corrado Augias.
L’evento nei dettagli
Viviamo giorni di profonda inquietudine, più che mai privi di certezze sul futuro: siamo ancora in grado di generare profeti e soprattutto di riconoscerli? L’edizione 2012 di èStoria cercherà di focalizzare, descrivere ma anche circoscrivere i “profeti” d’ogni tempo, personalità fortemente carismatiche, dotate di straordinaria capacità di analisi ed elaborazione prospettica degli eventi: di immaginare e progettare il futuro, di guardare all’orizzonte e interpretare l’onda che avanza, la saggezza che dirime le visioni pionieristiche e prefiguratrici dall’utopia o dall’ideologia.
 Accanto alle riflessioni che si intrecceranno sulle figure eminenti di “profeti” e sulle intuizioni che si sono tradotte in “profezie” a vantaggio del progresso sociale, umano, scientifico e tecnologico, il festival riserva una sezione, “La storia in testa”, dedicata alle novità editoriali di carattere storico in uscita e, quest’anno in particolare, agli anniversari importanti da ritrovare e ricordare.
A siglare l’inaugurazione di èStoria 2012 sarà, nella serata di giovedì 17 maggio (ore 20.30),Il suono della pace, prologo a cura del musicologo Quirino Principe al concerto The Armed Man-A Mass for Peace, di Karl Jenkins, che sarà proposto subito dopo, incipit ideale di questa edizione 2012 del festival. Saranno così protagonisti la Corale Renato Portelli di Mariano del Friuli e l’Orchestra for Peace, diretti da Fabio Pettarin. L’iniziativa rientra nel progetto speciale dedicato a “Il Milite Ignoto. Il mito, la gloria, il ricordo”: nel centenario della Banca Popolare FriulAdria-Crédit Agricole, che ha contribuito al restauro della cappella sulla sommità del Sacrario di Redipuglia, il più grande sacrario militare italiano, èStoria propone un percorso dedicato all’icona forse più rappresentativa del Novecento bellico in Europa.  Ulteriori tasselli del progetto saranno il viaggio di èStoriabus nella giornata di giovedì 17 maggio, guidato dallo storico Marco Cimmino, e la proiezione, sabato 19 maggio (ore 21.30 – Tenda Apih) di “Gloria: apoteosi del soldato ignoto”, dalla produzione “Le vie della gloria”, Cineteca del Friuli 2010.
 Sempre nel segno di un dialogo vibrante di storia e spiritualità, che si intreccia fra musica e parole, sarà l’artista yiddish Moni Ovadia a suggellare l’edizione 2012 del festival, nella serata di domenica 20 maggio, con l’evento spettacolare, “Il registro dei peccati”, di scena alle 20 nella Tenda Erodoto. Uno spettacolo dedicato alla scoperta della cultura degli ebrei del centro e dell’est dell’Europa diventa miracolosamente un’esperienza di rara spiritualità, una mistica del pensiero, un abbraccio di solidarietà fra tutti i popoli e le religioni della terra.
Sono oltre 150 gli ospiti italiani e stranieri che faranno tappa al festival quest’anno, per 70 eventi in programma, quattro giornate di èStoriabus in tour, tre appuntamenti di “Colazione con la Storia” condotti da Giorgio Dell’Arti, due spazi “agorà” nel villaggio del festival, una bibliotenda dedicata alla storia e – anche per l’edizione 2012 – la tenda dedicata alle dirette di Radiouno Rai, che si conferma media partner di èStoria. Curato da Adriano Ossola e Federico Ossola, il festival è ideato e organizzato dall’Associazione culturale èStoria con il contributo della Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia – Assessorati alla Cultura e alle Attività produttive, del Comune di Gorizia, della Provincia di Gorizia, della Fondazione Cassa di Risparmio di Gorizia e della Camera di Commercio di Gorizia. Il festival gode del sostegno di Banca Popolare Friuladria – Crédit Agricole, A.P.T. S.p.a., Confcommercio Gorizia, Confindustria Gorizia, KB Center, Isogas e Distillerie Nonino. Il programma del festival è curato dall’Associazione culturale èStoria di Gorizia, con la supervisione di un comitato scientifico presieduto da Chiara Frugoni, composto da storici e studiosi italiani e stranieri, molti dei quali saranno protagonisti a Gorizia nelle tre giornate della manifestazione: Richard Bosworth, H. James Burgwyn, Giorgio Camassa, Marina Cattaruzza, Marco Cimmino, Mimmo Franzinelli, Ernesto Galli Della Loggia, Jean-Claude Maire Vigueur, Branko Marušič, Richard Overy, Giorgio Petracchi, Quirino Principe, Sergio Romano, Erwin A. Schmidl, Roberto Spazzali e Giuseppe Trebbi.
Dal 2011, èStoria  – Festival internazionale della storia è entrato a fare parte della rete di eventi legati al progetto Nordest Capitale della Cultura 2019.  Va sottolineato che si rinnova, in questa edizione 2012 del Festival, l’appuntamento con la Notte Bianca di èStoria: venerdì 18 maggio, dal crepuscolo alle ore piccole, incontri, degustazioni, dialoghi, negozi in festa e molte altre iniziative per accogliere il festival e il suo pubblico nel cuore della città. La Notte Bianca di Gorizia sarà seguita in diretta da Radiouno Rai.
Tags editoria
Redazione

Redazione

Impaginazione, revisione, scrittura e pubblicazione sono a cura della redazione che decide cosa pubblicare e cosa non pubblicare, secondo la linea editoriale tracciata dal direttore! Sede operativa redazione: via Angelo Antonio Minichiello, 83035 Grottaminarda (Avellino) info@culturaeculture.it - Tel. 0825 426543

Commenti

Ancora nessun commento. Puoi essere il primo a commentare!

Scrivi un commento

Solo gli utenti registrati possono commentare.