Entra nella mia vita, il romanzo di Clara Sánchez

entra-nella-mia-vita-il-nuovo-romanzo-di-clar-L-P9tX9D 2El País ha scritto di lei che «con il suo stile unico accorcia le distanze tra il mondo dei suoi romanzi e quello dei suoi lettori». Il suo nome è Clara Sánchez che, dopo il successo del Profumo delle foglie di limone è in libreria con un’avvincente storia dal titolo Entra nella mia vita (Garzanti, pag. 445, Euro 18,60). La scrittrice madrilena spiega com’è nato il suo ultimo romanzo: «Ho letto su un famoso quotidiano spagnolo una notizia curiosa e inquietante: era appena stata trovata la tomba vuota di una bambina data per morta, appena nata, nel 1984. Un ennesimo caso di ‘rapimento in culla’: un fatto di cronaca molto diffuso a quell’epoca ma che ha iniziato a venire alla luce solo nell’ultima decade – continua -. Cosa avrei fatto se fosse successo a me? Se mia figlia, neonata, fosse finita in una rete malefica di compravendita? Entra nella mia vita è una storia che smuove sentimenti profondi, gli stessi sentimenti che questi fatti di cronaca hanno smosso dentro di me». E infatti la storia è tutta incentrata su un incontro.

La trama – Siamo a Madrid.  Il sole estivo illumina la casa piena di fiori. È pomeriggio e la piccola Veronica approfitta di un breve momento di solitudine per spiare tra le cose dei genitori. Apre una cartella piena di documenti, e scorge una foto. La estrae con la punta delle dita, come se bruciasse. Non l’ha mai vista prima. Ritrae una ragazzina poco più grande di lei, con un caschetto biondo, una salopette di jeans e un pallone tra le mani. Veronica è confusa, ma il suo intuito le suggerisce che è meglio non fare domande, non adesso che la mamma è sempre triste. Trascorrono gli anni: Veronica si convince sempre più che le discussioni e i malumori in casa sua nascondano qualcosa di cui nessuno vuole parlare. E che l’enigma di quella foto, di quella bambina sconosciuta, c’entri in qualche modo. Ma quando Veronica diventa una donna, decisa e tenace, non può più fare finta di niente. La malattia della madre la costringe a fare i conti con un passato di cui non sa nulla, un passato rubato che la avvicina sempre di più alla bambina misteriosa della fotografia. Ritrovarla è l’unica strada per raggiungere la verità. Una verità che, forse, ha un prezzo troppo alto. E quando Veronica trova la bambina, ormai una donna anche lei, capisce che la strada è tutt’altro che percorsa, che il mistero è tutt’altro che svelato. Ma soprattutto capisce che c’è qualcuno disposto a tutto pur di ostacolarla nella sua ricerca. Non le rimane che affidarsi a sé stessa, al suo intuito e al suo coraggio. Perché districare il groviglio di bugie e manipolazioni sarà molto, molto pericoloso.

Clara Sánchez, già autrice di di romanzi inediti in Italia e vincitrice del premio Alfaguara, con Il profumo delle foglie di limone (2011) ha raggiunto la fama mondiale. Con Garzanti ha pubblicato anche La voce invisibile del vento. Domani, 1 giugno 2013, l’autrice sarà a Milano alle 17.30 presso il Centro Commerciale Iper la Grande i, Piazza Portello. Con la scrittrice ci sarà Federico Baccomo.

 

Commenti

commenti

Autore dell'articolo: Redazione

Redazione
Impaginazione, revisione, scrittura e pubblicazione sono a cura della redazione che decide cosa pubblicare e cosa non pubblicare, secondo la linea editoriale tracciata dal direttore! Sede operativa redazione: via Angelo Antonio Minichiello, 83035 Grottaminarda (Avellino) info@culturaeculture.it - Tel. 0825 426543

Lascia un commento

 COPIA NEGLI APPUNTI