DAVID FENDON PER LA PRIMA VOLTA IN ITALIA

© Giordano Aita – Fotolia.com

“Shots: An American Photographer’s Journal, 1967-72″: questo il titolo della mostra fotografica di David Fenton – fotografo che ha immortalato la contestazione americana a cavallo tra gli anni Sessanta e Settanta, ritraendo persone e personaggi che hanno lasciato un segno indelebile nella storia dei giorni nostri (John Lennon & Yoko Ono, Allen Ginsberg, Janes Joplin, Muhammad Ali, Black Panthers). L’esposizione sarà allestit all’Angelo Mai Altrove di Roma dal 14 al 18 ottobre. La collezione di fotografie di David Fenton giunge per la prima volta in Italia e rapprenta un documento storico del movimento di controcultura degli anni Sessanta e inizio Settanta negli Stati Uniti.

David Fenton era allora un giovane fotografo che lavorava per Liberation News Service, un servizio di informazione per giornali e riviste alternative. Aveva solo 15 anni quando ha iniziato a scattare, ma la sua rara ed intima partecipazione al movimento ha fatto della sua collezione un archivio veramente singolare.

Mentre alcune di queste fotografie furono pubblicate in quegli anni su Life, Look, The NY Times e su altre riviste, fu solo nel 2005 che quasi tutte le sue foto vennero raccolte nel libro “Shots: An American Photographer’s Journal, 1967-72” (Insight Editions). Da quel momento il lavoro di Fenton è stato riprodotto ed esibito negli Stati Uniti e in Europa. La sua collezione è oggi rappresentata da Getty Images.

Nella collezione spiccano le foto del Black Panther Party all’esordio del suo movimento che racchiude ritratti intimi di Huey P. Newton, Bobby Seale, Eldridge Cleaver, David Hilliard, Fred Hampton e altri; molte manifestazioni, riunioni e conferenze stampa con foto rare negli uffici dei Panther a NY, WDC, Berkeley CA… Il suo lavoro fotografico più ampio comprende foto di manifestazioni contro la guerra a WDC, NY, Berkeley CA ed Ann Arbor MI; i membri di Chicago 7 e i loro avvocati durante le manifestazioni (immagini conosciute come le uniche in cui siano ritratti tutti insieme dopo essere stati assolti); i Days of Rage protests in Chicago che includono foto dei membri del Weather Underground; politici e altre figure di spicco tra cui il presidente Richard Nixon, William Kunstler, Abbie Hoffman, Dick Gregory, Muhammad Ali, Allen Ginsberg e Jane Fonda; musicisti come i Rolling Stones, Janis Joplin, BB King, Muddy Waters, Howlin’ Wolf, Jeff Beck, Frank Zappa, John Fogarty, le leggende del jazz Miles Davis, Pharoah Sanders, Bobby Blue Bland, Archie Shepp e altri ancora. Vi si trovano anche immagini di musicisti che suonavano a sostegno delle proteste come John Lennon, Yoko Ono, Jefferson Airplane, Arlo Guthrie, Phil Ochs and Peter Seeger; il Chicano Movement, membri del Young Lords Party e immagini del Liberation News Service.

Questo ricco archivio, ci regala attraverso 57 stampe originali in bianco e nero, uno scorcio di quel periodo storico ma anche l’immagine reale di molti personaggi che lo hanno rappresentato e interpretato diventando icone nella storia, nella musica e nell’immaginario collettivo. Molto presente attraverso concerti, manifestazioni e immagini del pubblico è la musica ma anche la forte attività politica e l’ideologia del momento con le contestazioni, i Black Panther ed esponenti vari del mondo politico. La mostra, che dopo essere stata a New York, Washington DC e Parigi arriva finalmente a Roma, si terrà dal 14 al 18 ottobre presso l’Angelo Mai Altrove (che aprirà in via eccezionale ogni giorno a partire dalle ore 18) e rientrerà negli eventi della rassegna FotoLeggendo. Durante i giorni della mostra verrà proiettata una doppia intervista a David Fenton e Tano d’Amico realizzata da Cineama.

L’evento è prodotto da una squadra di operatori culturali romani: la situazione (hub creativo e factory di produzione audio-video-eventi), CAMERAOSCURA (luogo d’incontro tra professionisti del mondo fotografico), Antonia Tricarico Photography (fotografa della scena musicale underground italiana ed internazionale) e Angelo Mai Altrove (spazio indipendente per le arti, chiuso in segno di protesta ma che riaprirà eccezionalmente per la mostra). Con la collaborazione di: Cineama (piattaforma per il crowdsourcing nel mondo del cinema indipendente e community per professionisti appassionati di cinema) e Fandango Web Radio (web radio della nota casa di produzione cinematografica).

Macrolibrarsi.it un circuito per lettori senza limiti

La mostra “Shots” fa parte del circuito eventi FotoLeggendo 2012 ed è stata in buona parte realizzata grazie ad economie frutto di crowdfunding attraverso tre eventi “Snapshot” per raccogliere grazie a performance musicali e culturali i fondi necessari. Alla base di questi eventi di finanziamento “dal basso” vi era il desiderio che anche il cittadino divenisse in qualche modo “produttore” di cultura. A queste serate hanno partecipato a titolo gratuito artisti del calibro di Roberto Angelini, Selton, Tetes de Bois, Nathalie, Lara Martelli, Pier Cortese, Pino Marino, Roberto dell’Era, Rodrigo d’Erasmo, Sandro Joyeux e tanti altri.

 

Commenti

commenti

Autore dell'articolo: Redazione

Redazione
Impaginazione, revisione, scrittura e pubblicazione sono a cura della redazione che decide cosa pubblicare e cosa non pubblicare, secondo la linea editoriale tracciata dal direttore! Sede operativa redazione: via Angelo Antonio Minichiello, 83035 Grottaminarda (Avellino) info@culturaeculture.it - Tel. 0825 426543

Lascia un commento

 COPIA NEGLI APPUNTI