Cristina Parodi, io che arrivo sempre in anticipo

cristina-parodi-arrivo-sempre-in-anticipo“La vita è un giro di valzer, a volte lento e malinconico, altre volte allegro e frizzante. Bisogna lasciarsi guidare”. Parole che si leggono nell’ultimo libro di Cristina Parodi Arrivo sempre in anticipo, una sorta di diario in cui la giornalista narra brevemente e in modo incisivo la sua vita. Istanti di felicità, fatti di scelte coraggiose, perché, noi dopotutto siamo gli artefici del nostro destino; almeno questo è quanto mi viene da pensare leggendo Arrivo sempre in anticipo, edito da Mondadori e scritto dalla Parodi con uno stile leggero e frizzante. Suddiviso in quindici capitoli, questo libro di ottantanove pagine (con fotografie che ritraggono Cristina in alcuni momenti della sua vita) è una confessione autentica e calorosa di una piemontese una volta timida e impacciata, che però, grazie alla sua determinazione e al duro lavoro, è riuscita a esprimere se stessa come madre e come professionista. La fortuna certo, come si evince da Arrivo sempre in anticipo, ha aiutato Cristina Parodi, a cominciare dall’aspetto fisico, ma la tenacia ha fatto sicuramente il resto. Dal libro trapela un forte amore per il marito, Giorgio Gori, per i tre figli, per la famiglia d’origine, in modo particolare per il fratello Roberto e la sorella Benedetta, e per il lavoro di giornalista e presentatrice televisiva.

«Non sono l’unica donna che lavora, ma faccio parte di quell’enorme esercito femminile che oggi rappresenta a parer mio il vero motore della società». Cristina Parodi dice di essere contenta di non aver sacrificato nulla, né carriera né famiglia. Ha dovuto faticare, a volte soffrire perché, secondo la giornalista, è giusto conciliare due sfere così importanti della vita femminile, se è quello che veramente si desidera, in modo da non pentirsi in futuro di aver fatto scelte non libere bensì condizionate. «Mai arrendersi alle prime difficoltà», consiglia la Parodi che nel suo libro racconta d’incontri importanti, come quello con Giovanni Paolo II e Lady Diana, dei viaggi, del volontariato, dell’esperienza al Tg5, di Verissimo e della conduzione de La vita in diretta, senza tralasciare alcuni aneddoti curiosi. Arrivo sempre in anticipo è un full immersion di poche ore nella vita di Cristina Parodi, uno dei volti più conosciuti della televisione italiana; una donna che si è distinta per grazia, eleganza e discrezione, dalla quale certamente si può prendere esempio.

Maria Ianniciello

 

 

Commenti

commenti

Macrolibrarsi.it un circuito per lettori senza limiti

Autore dell'articolo: Maria Ianniciello

Maria Ianniciello
Fondatrice di Cultura & Culture. Giornalista, iscritta all'Ordine dei giornalisti della Campania. Naturopata in formazione presso l'Istituto Riza. Laureata in lettere con il massimo dei voti (vecchio ordinamento) presso la Seconda Università di Roma, lavora a tempo pieno da diversi anni nel giornalismo. Ha lavorato con quotidiani e televisioni dell'Irpinia e del Sannio: Valtelesinanews, Buongiorno Irpinia, Telenostra e Ottopagine. Ha collaborato con Paolo Filippi per il programma "Cordialmente" e con Radio Sì di Bruxelles. Dal dicembre 2010 al dicembre 2011 ha diretto la rivista a vocazione territoriale XD Magazine, che esce nelle province di Avellino e Benevento. A dicembre 2010 è uscito il suo primo romanzo "Conflitti" Tra il 2012 e il 2013 escono i primi due quaderni della serie: Le interviste di Maria Ianniciello. Il direttore di Cultura & Culture intervista Aldo Masullo e il fratello di Salvo D'Acquisto, Alessandro. Da gennaio 2016 è naturopata in formazione presso l'Istituto Riza di Medicina Psicosomatica, presieduto da Raffaele Morelli. Su Cultura & Culture si occupa di benessere e naturopatia con un occhio sempre attento alla cultura. Pratica l'aromaterapia sia in gruppo che individualmente e fa consulti naturopatici.

Lascia un commento

 COPIA NEGLI APPUNTI