Conservare le vetrate delle cattedrali. Se ne parla a Pisa

vetrateQuanti di noi si sono trovati, durante un viaggio attraverso il Vecchio Continente, a varcare la soglia di una di quelle imponenti cattedrali gotiche sparse per l’Europa? Costruzioni altissime, all’interno delle quali abbiamo sempre la sensazione di essere piccoli, quasi impotenti, dinanzi alla grandiosità del divino, indipendentemente dalla nostra fede. Una grandiosità che è suggerita, si sa, dal forte senso di verticalità di queste grandiose cattedrali, all’interno delle quali una luce quasi mistica filtra dalle belle vetrate colorate, sulle quali sono in genere rappresentate delle storie stratte dai testi sacri.

Quelle stesse vetrate, per lungo tempo considerate una forma d’arte minore, necessitano oggi di un’attenta conservazione, così da poterle mantenere ugualmente magnifiche nei secoli. Per garantire un adeguato lavoro di conservazione, i rappresentanti di alcune delle più importanti cattedrali europee saranno a Pisa il prossimo 30 di maggio, in occasione di un convegno internazionale dal titolo “Cattedrali europee. La conservazione delle vetrate storiche”.

Chartres  Ufficio del turismo G Osorio
Chartres @ Ufficio del turismo – G. Osorio

Terza edizione per l’iniziativa organizzata dall’Opera della Primaziale Pisana e nata proprio con l’intento di riunire attorno a un tavolo di confronto le esperienze più significative legate ai grandi complessi monumentali, questo appuntamento avrà come tema di approfondimento quello delle vetrate, tanto che i partecipanti porteranno le rispettive esperienze in ambito della conservazione e si confronteranno per migliorare la qualità dei lavori.

Rosone, Cattedrale di Strasburgo
Rosone, Cattedrale di Strasburgo

Saranno la Cattedrale di Siena e la Basilica di Assisi, dove si sta per concludere l’imponente restauro della quadrifora della Cappella della Maddalena, le protagoniste per il nostro Paese, mentre dalla Francia arriveranno i rappresentanti delle spettacolari cattedrali di Strasburgo e di Chartes, quest’ultima caratterizzata da alcune delle vetrate più famose del mondo, eseguite fra il 1150 e il 1240 e disposte su una superficie complessiva di circa 7000 metri quadrati. Anche dalla Gran Bretagna e dalla Germania non mancheranno i rappresentanti, in arrivo rispettivamente dalla Cattedrale di York Minster e da quelle di Colonia e di Herfurt.

Commenti

commenti

Autore dell'articolo: Valentina Sala

Valentina Sala
Giornalista pubblicista. Tra i suoi campi di interesse soprattutto viaggi e cultura. Dopo una laurea di primo livello in Scienze della Comunicazione consegue la specialistica in Editoria con il massimo dei voti e con una tesi sul rapporto tra letterati e città, ricostruendo la Parigi di Émile Zola e la Vienna di Joseph Roth. Collabora con più giornali e riviste e affianca alla professione giornalistica quella di insegnante di Psicologia della Comunicazione. Tra le sue passioni i romanzi capaci di raccontare un luogo e un’epoca, i film di François Truffaut, il buon cibo, le città europee e, soprattutto, il viaggio inteso come modo per scoprire e confrontarsi con realtà diverse.

Lascia un commento

 COPIA NEGLI APPUNTI