17 novembre 2012
Redazione (4050 articles)
Share

BOOKCITY: DOMANI ULTIMO GIORNO

© Enrico De Vita – Fotolia.com

Si avvia alla conclusione  Bookcity Milano 2012, la festa dei libri e della lettura. I cortili e le Sale di Palazzo Sforzesco, i teatri, le librerie, le biblioteche, tutta la città è animata in questi giorni da tante proposte seguite da un pubblico curioso e attento di ogni età, unito dalla comune passione della lettura. Tutte a ingresso gratuito. La giornata conclusiva di domani, domenica 18 novembre, prevede ancora tanti ospiti d’eccezione e numerosi  appuntamenti interessanti.

Stefano Bartezzaghi diletterà il pubblico sui giochi di parole, Massimo Gramellini sarà a caccia di sogni con Federico Taddia, Umberto Galimberti terrà la lectio magistralis “ll cristianesimo. La religione del cielo vuoto”,  Salman Rushdie racconterà la sua battaglia per la libertà di espressione, Mauro Corona ci inviterà a ritrovare la capacità di sorridere, Riccardo Iacona, Silvia Ballestra, Iaia Caputo, Franca D’Agostini parleranno di un tema importante come la violenza sulle donne, il maestro Riccardo Muti dialogherà con Armando Torno su Verdi l’italiano.

In Sala Buzzati,  alla Fondazione Rizzoli Corriere della Sera, la festa per il compleanno della Lettura inizia alle 15 con un incontro tra Antonio D’Orrico e Paolo Giordano, e prosegue alle 16 con ‘Dritto al cuore’, otto playlist d’autore. A seguire, Ferruccio de Bortoli e Luciana Littizzetto parlano di idee e libertà. A Palazzo Reale, per  gli incontri I mestieri del libro, si terranno un incontro, a cura della Fondazione Mondadori, dal titolo “L’estetica della letteratura, creatività rispettosa o Packaging?”, e un secondo, a cura della Scuola dei Librai Umberto e Elisabetta Mauri, sul tema “Scrivere tra cinema, letteratura e televisione”.

Alla Sinagoga Centrale di Milano si terrà Jewish & the City. L’ebraismo a portata di libro. Un viaggio nella cultura ebraica. Attraverso il catalogo della Casa Editrice Giuntina, e all’interno della prima edizione di BookCity, una giornata di incontri, storie e riflessioni con scrittori, filosofi e giornalisti sulla letteratura e l’identità ebraica. Il tutto all’interno della Sinagoga di Milano che sarà per l’occasione aperta al pubblico e visitabile gratuitamente. Con, tra gli altri, David Bidussa, Stefano Levi Della Torre, Giulio Giorello, André RuthShammah, Walter Mariotti, Daniel Vogelmann.

BookCity Milano chiuderà domenica sera  al Teatro Elfo Puccini con Terzani: “Parole contro la guerra” è il titolo della serata in cui verrà proiettata la registrazione video, dal medesimo titolo e in gran parte inedita, di Tiziano Terzani. Lo spettacolo sarà introdotto da una testimonianza della moglie dello scrittore, Angela Terzani Staude.

Anche domani è previsto un ricco programma per i bambini: tutta la città sarà coinvolta: non solo il Castello Sforzesco, con la mostra “Da Pinocchio a Harry Potter. 150 anni di illustrazione italiana dall’Archivio Salani. 1862 – 2012” e le attività di laboratorio sul libro e la lettura realizzate da Sforzinda.  Ma anche il Museo del Novecento, gli istituti culturali e le librerie. Protagoniste infine le biblioteche rionali del centro e dei quartieri periferici che, in collaborazione con gli editori, propongono incontri con gli autori e laboratori per i più piccoli.

Al Castello Sforzesco è prevista l’apertura gratuita di tutti i Musei del Castello per tutta la durata della manifestazione. Tutti i giorni (dalle ore 10 alle ore 22) rimarrà aperto un bar sotto il Portico dell’elefante, dove domani e dopodomani verrà proposto un Lunch time – letture sceniche.  Gli attori del Teatro Alkaest raccontano Milano a partire dai testi di milanesi d’adozione: Anna Maria Ortese, Ernest Hemingway, Alberto Savinio, Albert Einstein, Stendhal, Ottiero Ottieri, Vincenzo Consolo, Giacomo Puccini, Massimo Bontempelli. Si potrà accedere alle Merlate (ore 15.00/17.00); ingresso consentito a turni di 25 persone, è sconsigliato l’accesso a bambini sotto i 13 anni e a persone con difficoltà motorie.

Proseguono Letture sceniche in metropolitana. Pazienza e inquietudini di alcuni grandi “spiriti d’osservazione” – Raymond Queneau, Bruce Chatwin, Italo Calvino, Julio Cortázar (domenica 18, ore 10 – Stazione metropolitana del Duomo) e Cadorna non è una fermata: letture sceniche tratte da alcuni racconti del libro Cadorna non è una fermata di Alessandra Giordano (domenica 18 novembre, ore 15, Stazione metropolitana di Cadorna).

Tags editoria
Redazione

Redazione

Impaginazione, revisione, scrittura e pubblicazione sono a cura della redazione che decide cosa pubblicare e cosa non pubblicare, secondo la linea editoriale tracciata dal direttore! Sede operativa redazione: via Angelo Antonio Minichiello, 83035 Grottaminarda (Avellino) info@culturaeculture.it - Tel. 0825 426543

Commenti

Ancora nessun commento. Puoi essere il primo a commentare!

Scrivi un commento

Solo gli utenti registrati possono commentare.