Amore e Psiche, Mantova capitale dell’arte
2 luglio 2013
Massimiliano Gardini (3 articles)
Share

Amore e Psiche, Mantova capitale dell’arte

amorepsicheIl mito di Amore e Psiche ” La favola dell’anima” nell’incantevole scenario di Palazzo Te a Mantova dal 13 luglio al 3 novembre 2013. L’arte e la storia immortali come i personaggi evocati da Apuleio. In una cornice sublime attraverso la scoperta di reperti archeologici della Magna Grecia e dell’età imperiale del Iv e V secolo a.C fino alle opere contemporanee. Ed è proprio la camera di Amore e Psiche, il capolavoro di Giulio Romano, l’ambiente più suggestivo e incantevole del Palazzo Te, che “accoglierà” i capolavori di Tintoretto, Canova, Salvador Dalì, Auguste Rodin e Alfredo Pirri.

“La Favola dell’anima” dunque rievoca le vicende di Psiche, la cui bellezza stona con la sua originaria mortalità. E’ l’appassionante  trama di un legame sentimentale  travagliato con Amore, che soltanto al termine di una serie di prove riesce ad abbracciare la sua sposa che riceve il dono dell’immortalità.

Il visitatore resterà sospeso tra l’incanto della mitologia e la maestosità dell’arte. Un percorso storico e culturale nel quale inoltrarsi alla scoperta delle epoche che hanno visto nascere artisti unici nel loro genere. Una mostra sensazionale, un inno alla bellezza nello scontro tra Afrodite e Psiche che sembra fondersi con la Venere Italica di Antonio Canova e con la Venere di Palma Il Vecchio. Gli affreschi e le rivisitazioni rievocano la lussuria, il peccato, la crudeltà, la gelosia della favola narrata da Apuleio.

©Antonio Canova, Amore e Psiche stanti gesso, 1800, Museo e Gipsoteca Antonio Canova, Possagno

©Antonio Canova, Amore e Psiche stanti gesso, 1800, Museo e Gipsoteca Antonio Canova, Possagno

Il pathos dell’ignoto e della paura sarà un’unica emozione che coinvolgerà quanti avranno la possibilità di prender parte all’evento. Il dolore della separazione e del rapimento sembrano allontanare per sempre i due amanti. Ricongiunti soltanto dalla compassione di Zeus. E il mito si ispira proprio a questa grande forza dell’anima: l’amore. Che trionfa su ogni angheria e disperazione.

Di grande interesse anche la mostra allestita a Palazzo San Sebastiano. L’esposizione dei reperti archeologici provenienti dai Musei più prestigiosi di Roma e dal Museo archeologico di Reggio Calabria traccia un itinerario antico e suggestivo della Magna Grecia. Una rivisitazione dell’età imperiale fino alle opere contemporanee nel Museo della città.  Al cui interno oltre cento opere racchiudono la storia di Mantova. In un’unica mistione tra arte e territorio.

Info aggiuntive

 

AMORE E PSICHE. La favola dell’Anima

Mantova, Palazzo Te e San Sebastiano

13 luglio – 3 novembre 2013

 

Orari: lunedì 13 – 18; martedì, mercoledì, giovedì 9 – 18; venerdì, sabato 9 – 20; domenica 9 – 18.

 

Biglietti: intero € 13,00; ridotto € 10.00; ridotto speciale € 7,00

Il biglietto d’ingresso consenta la visita alla mostra, a Palazzo Te e a San Sebastiano

La biglietteria chiude mezz’ora prima.

 

Informazioni

tel. 0376 323266

biglietteria.te@comune.mantova.gov.it

 

Massimiliano Gardini

Massimiliano Gardini

Massimo Gardini - Avellino (26-11-1975) Ha collaborato con i quotidiani "Il Mattino di Avellino", "Il corriere dell'Irpinia", "Ottopagine", con il periodico "Tabloid" e con le testate on line "Pop News" e "Supermoney news". Tra le attività preferite: organizzare eventi e moderare convegni. Settori di maggior interesse: Cronaca, attualità, cultura, sport". Ha vissuto sei mesi della sua vita a Barcellona, con qualche lezione privata d'italiano ai catalani. Segni particolari: apartitico. Frase preferita: "La bellezza delle cose esiste nella mente di chi le osserva" (Hume).

Commenti

Ancora nessun commento. Puoi essere il primo a commentare!

Scrivi un commento

Solo gli utenti registrati possono commentare.