5 febbraio 2013
Redazione (4056 articles)
Share

A TORINO IMMAGINI DAL PIANETA TERRA

©Regione Piemonte

Il mondo, in tutte le sue sfaccettature naturali, è il protagonista indiscusso della mostra “Geomorfo – i mille volti di Gaia” che si tiene a Torino presso il Museo di Scienze Naturali, dal 7 febbraio al 7 aprile 2013. L’evento, patrocinato dalla Regione Piemonte e sponsorizzato da Il Tucano Viaggi, rientra nell’ambito del progetto omonimo “Geomorfo”, organizzato in occasione dell’Anno Internazionale del Pianeta Terra proclamato dall’assemblea generale delle Nazioni Unite. La rassegna raccoglie immagini  che meglio rappresentano l’eccezionalità del nostro pianeta. Dai paesaggi estremi ai luoghi più comuni la Terra offre una varietà di di forme quasi infinite, in continua e perenne evoluzione destinate col tempo a scomparire trasformandosi in altre e rinnovandosi ciclicamente. Le immagini mostrano morfologie, colori, forme, frutto di milioni di anni di evoluzione; vere e proprie opere d’arte che rappresentano la somma di fenomeni e processi geologici legati a mille variabili, frutto anche della casualità. Ma da questa bellezza e unicità traspare quasi sempre anche una intrinseca fragilità soprattutto di fronte alle azioni degli uomini. Geomorfo è quindi un archivio di immagini che continua ad arricchirsi grazie all’attività di Marco Stoppato, geologo e fotogiornalista di Vulcano Esplorazioni, Associazione di Divulgazione Scientifica, che esplora, fotografa, ricerca e cataloga gli straordinari paesaggi del mondo. La rassegna offre al pubblico una panoramica sui luoghi più particolari del pianeta: deserti, vulcani, ghiacciai, montagne, coste a picco sul mare, archi naturali, pinnacoli in precario equilibrio, rocce stratificate, grotte, sculture naturali e molti altri. La mostra vorrebbe stimolare nell’osservatore la curiosità, lo stupore, la sorpresa e la voglia di saperne di più, di capire.

Tags Arte
Redazione

Redazione

Impaginazione, revisione, scrittura e pubblicazione sono a cura della redazione che decide cosa pubblicare e cosa non pubblicare, secondo la linea editoriale tracciata dal direttore! Sede operativa redazione: via Angelo Antonio Minichiello, 83035 Grottaminarda (Avellino) info@culturaeculture.it - Tel. 0825 426543

Commenti

Ancora nessun commento. Puoi essere il primo a commentare!

Scrivi un commento

Solo gli utenti registrati possono commentare.