A ROMA QUI ARTE CONTEMPORANEA

© Jenifoto – Fotolia.com

La Galleria Nazionale d’Arte Moderna di Roma, in collaborazione con Editalia, presenta al pubblico – dal 19 ottobre al 27 gennaio 2013 – “QUI arte contemporanea”, un “percorso” tra le opere della collezione museale per commemorare il contributo offerto alla conoscenza dell’arte contemporanea italiana dalla rivista “QUI arte contemporanea”, che Editalia ha pubblicato dal 1966 al 1977. L’occasione è il sessantesimo anniversario della casa editrice, fondata da Lidio Bozzini nel 1952 e sin dagli esordi interessata ai cataloghi e alle monografie di artisti contemporanei. La rivista era stata ideata e inizialmente redatta da un gruppo di artisti (Capogrossi, Colla, Leoncillo, Fontana Pasmore e Sadun) ai quali si affiancarono alcuni giovani critici ( da Giovanni Carandente a Lorenza Trucchi a Marisa Volpi e Alberto Boatto). “QUI arte contemporanea” divenne presto un punto d’incontro tra l’artista, il critico e il pubblico più sensibile e fu affiancata anche da numerose mostre presso gli spazi della Galleria omonima creata da Bozzini nella sede di via del Corso. Con la Galleria Nazionale d’Arte Moderna, in quegli anni diretta da Palma Bucarelli, si stabilì un’assidua attività di collaborazione e scambio, basata sia sugli interessi comuni sia sul coinvolgimento, nelle pagine della rivista, di alcuni funzionari e studiosi legati al museo.

Tra le firme degli articoli, spiccano quelle di Maurizio Calvesi, Nello Ponente, e inoltre di Enrico Crispolti, Charles S. Spencer, Mario Verdone, Cesare Vivaldi, Lea Vergine, Germano Celant. Il percorso della mostra si sviluppa come un itinerario all’interno delle sale della Galleria, ripercorrendo, attraverso una cinquantina di opere selezionate, gli artisti e gli eventi degli anni tra il 1966 e il 1977, così da far emergere i molti contatti intercorsi tra la rivista e la Galleria nazionale. E’ un cammino lungo il quale s’incontrano protagonisti della scena artistica italiana come Carla Accardi, Afro, Burri, Capogrossi, Castellani, Ceroli, Colla, Consagra, Dorazio, Vedova, Fontana, Melotti, Kounellis, Leoncillo, Paolini, Pascali, Turcato e Uncini.

La Mostra sarà accompagnata da un filmato di Nicolaj Pennestri, realizzato da Lea Mattarella, che racconta gli anni della rivista attraverso le immagini e le parole degli artisti e dei critici che vi parteciparono da protagonisti, da Carla Accardi a Jannis Kounellis da Maurizio Mochetti a Giulio Paolini, e inoltre Alberto Boatto, Achille Bonito Oliva, Maurizio Calvesi, Germano Celant, Enrico Crispolti, Simonetta Lux, Lorenza Trucchi e Marisa Volpi. La mostra è curata da Mariastella Margozzi e Raffaella Bozzini con la collaborazione di Paolo Martone. Il catalogo, edito da Editalia, è a cura di Mariastella Margozzi.

Editalia, in occasione dei propri sessanta anni, promuove l’esposizione, e inaugura un nuovo progetto dedicato all’arte moltiplicata, donando alla Galleria Nazionale d’Arte Moderna il libro d’artista Don Chisciotte di Mimmo Paladino, il libro d’artista Ombre di Mimmo Paladino e Ferdinando Scianna, la litografia Senza titolo di Jannis Kounellis, la xilografia Stupor Mundi di Paladino e le sagome colorate a mano e collages Mistero in-forme di Carla Accardi.

Commenti

commenti

Autore dell'articolo: Redazione

Redazione
Impaginazione, revisione, scrittura e pubblicazione sono a cura della redazione che decide cosa pubblicare e cosa non pubblicare, secondo la linea editoriale tracciata dal direttore! Sede operativa redazione: via Angelo Antonio Minichiello, 83035 Grottaminarda (Avellino) info@culturaeculture.it - Tel. 0825 426543

Lascia un commento

 COPIA NEGLI APPUNTI