A Gorizia il tempo è sospeso. 1 maggio all’insegna dell’arte

Apertura straordinaria, dalle 10 alle 19, nella giornata di martedì primo maggio, per la mostra “Il tempo sospeso. La storia del Monte di pietà di Gorizia (1831-1929). Tra beneficenza e credito”, che è stata inaugurata nei giorni scorsi e resterà visitabile a Palazzo Della Torre, sede della Fondazione Cassa di Risparmio di Gorizia, fino al 30 settembre 2012 (da martedì a venerdì in orario 16.00-19.00, sabato e domenica ore 10.00-19.00, chiuso lunedì, ingresso gratuito). Inoltre, a cura delle operatrici della Cooperativa Musaeus, saranno predisposte ogni fine settimana, il sabato e la domenica, le visite guidate gratuite dalle ore 17.30. Da segnalare inoltre le aperture straordinarie della mostra in occasione delle festività del 2 giugno e del 15 agosto. Nella duplice ricorrenza dei 180 anni dalla sua costituzione e del ventennale d’attività della Fondazione Cassa di Risparmio di Gorizia sono stati riuniti materiali provenienti da diversi archivi: l’Archivio di Stato di Trieste e quello di Gorizia, l’Archivio Storico Provinciale e quello della Curia Arcivescovile della stessa città, nonché dal ricco archivio storico del Monte di pietà e della Cassa di Risparmio di Gorizia, riordinato e inventariato nell’ultimo decennio. L’allestimento, curato da Maddalena Malni Pascoletti, Lucia Pillon e Luca Geroni su progetto dello studio Modland, propone un percorso di oltre 3700 pezzi archivistici, databili fra il 1831 e gli anni Settanta del ‘900, distinto in più sezioni. Intanto, sono ai nastri di partenza anche i laboratori didattici per le scuole primarie e medie inferiori curati dagli studenti del Liceo Artistico “Max Fabiani” di Gorizia: per prenotazioni info@fondazionecarigo.it tel. 0481537111 – 3405738264. Il progetto è promosso dalla Fondazione Carigo con il contributo della Cassa di Risparmio del FVG ed in collaborazione con la Soprintendenza per i beni storici, artistici ed etnoantropologici e la Soprintendenza Archivistica per il Friuli Venezia Giulia, i Musei Provinciali di Gorizia, la Scuola dei Corsi Merletti e il Liceo Artistico “Max Fabiani” di Gorizia, e si avvale di un Comitato scientifico composto da Lucia Pillon, Luca Geroni, Paolo Iancis e Maddalena Malni Pascoletti.

 

Commenti

commenti

Autore dell'articolo: Maria Ianniciello

Maria Ianniciello
Mi chiamo Maria Ianniciello (o meglio Maria Carmela Ianniciello). Carmela spesso lo perdo per strada. Ho una laurea in Lettere e sono giornalista dal 2007 (sono iscritta nell'elenco dei pubblicisti). Dopo una lunga gavetta giornalistica in televisioni e giornali irpini sia online che affline, curo dal 2008 il portale www.culturaeculture.it, da me fondato. In Cultura & Culture dal 2012 al 2018 ho coordinato redattori da ogni angolo d'Italia e mi sono occupata di cinema, libri, lifesyle, attulità e benessere. E` stata una grande esprienza umana e professionale. Poi una piccola pausa e la ripresa delle pubblicazioni il 19 agosto 2019. A gennaio 2016 mi sono iscritta alla Scuola di Naturopatia dell'Istituto Riza di Medicina Psicosomatica diplomandomi nel dicembre 2018. Da aprile a giugno ho frequentato il Master in Psicosomatica sempre presso l'Istituto Riza. Nel frattempo ho avuto un bambino di nome Emanuele. Sono sposata con Carmine e amo la mia famiglia per la quale farei follie. Come farei follie per questo lavoro (il giornalismo intendo) che adoro. La Scuola di Naturopatia mi ha permesso di ritrovare me stessa, i miei tempi, la mia vita. Mi ha fatto scoprire il dono della maternità e della femminilità. Oggi sono una persona più completa e più equilibrata. Ma sempre in costante evoluzione. Oggi mi dedico come giornalista ai libri e al cinema in Cultura & Culture e sul mio canale YouTube (Marica Movie and Books). Curo la rubrica Bimbi al cinema sul blog Ricomincio da quattro di Adriana Fusè.

Lascia un commento